Eurovision, vince l’Ucraina. Sconforto per Mahmood e Blanco, calo di pressione per la Pausini

L’Ucraina vince l’Eurovision 2022 con la Kalush Orchestra e la sua Stefamia. A premiare il gruppo il televoto: su 631 voti, 440 li hanno ricevuti dagli spettatori europei, mentre il voto delle giurie l’avevano fatta arrivare al quarto posto. E il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha promesso che l’Ucraina, in particolare Mariupol, ospiterà la kermesse nel 2023. «Il nostro coraggio impressiona il mondo, la nostra musica conquista l’Europa! Per la terza volta nella sua storia. E credo non per l’ultima volta», ha scritto in un post su Instagram. «Faremo di tutto – ha aggiunto – per accogliere i partecipanti e gli ospiti dell’Eurovision a Mariupol. Libera, tranquilla, restaurata! Grazie per la vittoria della Kalush Orchestra e a tutti quelli che ci hanno votato».

Non è chiaro se l’Ucraina possa davvero ospitare l’Eurovision l’anno prossimo. Zelensky è sicuro che l’Ucraina vincerà la guerra contro la Russia, iniziata il 24 febbraio. “Gloria all’Ucraina!” ha detto ancora Zelensky. Il ministro della Cultura Oleksandr Tkachenko ha dichiarato di stare già pensando a una potenziale sede in Ucraina che possa ospitare la manifestazione canora il prossimo anno. Attualmente, il Paese non potrebbe ospitare tale competizione a causa della legge marziale in vigore. Ciò significa che non sono consentiti eventi importanti e che vige il coprifuoco notturno.

Delusione per Mahmood e Blanco che non sono riusciti a replicare il successo dell’Italiadell’anno scorso.  All’Italia non è bastato il televoto: Mahmood e Blanco con Brividi si sono classificati al sesto posto. Il duo vincitore del festival di Sanremo ha ricevuto tra giuria e televoto 268 consensi. Dopo l’Ucraina, al secondo posto si è classificato il Regno Unito con 466 voti e al terzo la Spagna con 459.

In occasione della finale della kermesse, i vincitori di Sanremo hanno presentato una versione rinnovata di Brividi di grande impatto emotivo e scenografico. Mahmood è entrato in scena per primo, in look total black, attaccando il brano, raggiunto dopo le prime parole da Blanco in completo bianco con ricami argento. Gran finale con dialogo occhi negli occhi che si è chiuso con un abbraccio. Accolto da grandissimi applausi in platea.

Dopo due semifinali seguite da oltre cinque milioni di telespettatori, la finale dell’Eurovision Song Contest 2022 si è aperta con un’invocazione di pace. A dare il via alla kermesse l’opening act di Rocking 1000 con Give peace a chance di John Lennon registrata in piazza San Carlo. Subito dopo è stata la volta di Laura Pausini con un medley dei suoi successi, tra cui Io cantoLa solitudine e il suo ultimo singolo Scatola.

Laura Pausini assente per una mezz’ora dal palco del Palaolimpico durante le operazioni di spoglio dei voti. L’artista, che è ricomparsa al fianco degli altri due conduttori quando la registrazione dei voti delle giurie di esperti era già a buon punto, ha spiegato: «Scusate, ero troppo emozionata». Pausini ha fatto intendere di aver avuto bisogno di riprendersi qualche minuto dalla defaillance. A quanto apprende l’Adnkronos, l’artista ha avuto un piccolo calo di pressione che l’ha costretta a trattenersi dietro le quinte.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.