Crea sito
[Boom, la donna mostra una foto, e poi cita Buonomo] Ecco l’audio vergogna: “il bambino vuole stare con te, devi cacciare i soldi, mettimi sul giornale”. Caso Olga Elisabetta Infante e quei legami familiari con il clan Birra di Ercolano. Dopo l’arresto dei genitori “pluripregiudicati” continua a minacciare il marito per tutelare la sua relazione con Di Lorenzo. È lui che la consiglia? “Sta con me, fai attenzione”. È legato a qualche clan camorristico? Pronta l’ennesima querela in Procura da parte del marito. (Consegnata anche l’utenza di Di Lorenzo). I legali del marito: “sarà ascoltato in sede dibattimentale. Le minacce sono gravissime”. (Parte Sesta)
[Parte 1, 2, 3, 4 e 5] Dalle botte alle continue richieste di soldi fino alle minacce: “faccio scattare gli assistenti sociali. Dammi il mantenimento e togliti la patria potestà”. Dalle molteplici bugie alle diffamazioni: “il mio fidanzato “Di Lorenzo” ha detto che non sai scrivere. Tu sei agli arresti domiciliari, e ne mostra un messaggio: we we”.] Il 19 ottobre riferiva di un altro ragazzo: Paolo Vitale. Ecco la telefonata vergogna: “Il Dossier “Di Lorenzo-Elisa Betta Infante” e quel vano tentativo di insabbiare le prove. La famiglia già imparentata con il clan camorristico “Birra” di Ercolano