Crea sito

Quarta Repubblica, “scacco al Re”, Nicola Porro asfalta Giuseppe Conte per il disastro-coronavirus: gli omissis e le cinque domande

Non le manda a dire Nicola Porro, che a Quarta Repubblica, prende a cazzotti in faccia Giuseppe Conte. La prima puntata della stagione è andata in onda ieri sera, lunedì 7 settembre. Al centro dell’attenzione la gestione dell’emergenza coronavirus, di cui Porro non ha mai condiviso sostanzialmente nulla.

A Quarta Repubblica vengono infatti proposte due slide che pongono parecchi interrogativi. Nella prima ci si concentra sui verbali Cts recentemente desecretati, sul dossier top secret. E si ricorda quanto segue:

Notevole, come nota la redazione del programma, che vi siano 3.256 omissis e parti oscurate su un totale di 3.665 pagine. Dunque, la seconda slide, cinque domande con cui mettere all’angolo il governo. Quesiti semplici e che, per ora, non hanno avuto risposta: perché tenere all’oscuro i cittadini? Cosa c’era negli omissis? Esiste un piano nazionale contro la pandemia? Chi decide, governo o Cts? L’esecutivo riferirà in parlamento così come chiede Matteo Salvini?

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.