Crea sito

Mattarella: “Falcone e Borsellino luci nelle tenebre” Ma non una parola sulle scarcerazioni dei boss al 41bis, e sullo scandalo Anm e giudici corrotti

By Luigi Scognamiglio (per ith24)

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nella giornata in memoria della Strage di Capaci, ricorda così Giovanni Falcone: “Falcone e Borsellino luci nelle tenebre”. Ma non una sola parola sulle scarcerazioni dei boss al 41bis, e non una sola parola sullo scandalo Anm e giudici corrotti (Caso Palamara). Alle parole dovrebbero aggiungersi i fatti, altrimenti resta propaganda. La magistratura va riformata, e Mattarella non può far finta di nulla, nonostante gli enormi scandali dove hanno visto coinvolti non solo giudici, ma anche giornalisti di sinistra riconducibili a Repubblica.

E aggiunge: “A ventotto anni dalla strage di Capaci invio un saluto caloroso a tutti i giovani delle scuole coinvolti nel progetto ‘La nave della legalità’, che ricorda Giovanni Falcone  e Paolo Borsellino. E, con loro, Francesca Morvillo e gli agenti Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Rocco Dicillo, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi, Antonio Montinaro, Vito Schifani e Claudio Traina”.

Quel ricordo, caro presidente Mattarella, è stato infangato dalle oltre 300 scarcerazioni di boss mafiosi, anche dal 41bis. L’indignazione ha portato le famiglie delle vittime ad una protesta che al momento non ha trovato la vostra voce. Si faccia sentire, presto.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.