Crea sito

Lite condominiale a schifio, spunta l’ascia. E in casa dell’aggressore armi da guerra

Milano, la lite condominiale degenera e culmina in un’aggressione a colpi di ascia. Così, quando la polizia arriva in Via Voltri, dopo aver raccolto la segnalazione al numero di emergenza, il caos si stempera nell’arresto di uno dei duellanti: un cittadino italiano di 46 anni. Nei soccorsi prestati al vicino, un italiano di 55 anni, ferito nell’aggressione e che il personale sanitario ha medicato sul posto. E col sequestro di armi da guerra nascoste in una sorta di mini-arsenale casalingo.

L’allarme è scattato alle 10 del mattino quando, quando alcuni equipaggi delle volanti dell’ufficio prevenzione e soccorso pubblico della Questura sono intervenuti nello stabile segnalato, dopo che una 52enne italiana ha riferito agli agenti che un condomino aveva aggredito suo marito con un’accetta all’interno della propria abitazione. Giunti rapidamente sul posto, i poliziotti hanno trovato l’aggressore che aveva ancora in mano l’ascia usata per colpire il vicino. L’uomo alla vista degli agenti ha provato a rifugiarsi nella propria abitazione.

Dove, una volta entrati, gli uomini delle forze dell’ordine hanno rinvenuto e sequestrato, nel corso di una perquisizione domiciliare, una pistola automatica Vz61 Skorpion calibro 7,65 mm Browning, munita di silenziatore (arma tipo guerra), e un badile. Nel cortile dello stesso stabile gli agenti hanno quindi ritrovato anche lascia utilizzata per l’aggressione. Terminato il sopralluogo, quindi, la polizia ha arrestato l’aggressore per il reato di detenzione di arma da guerra. Oltre che indagato in stato di libertà per minacce aggravate e porto di oggetti atti a offendere. Il pm di turno, poi, ha disposto il trasferimento dell’arrestato presso la casa circondariale di Milano “San Vittore” in attesa di convalida.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.