F1, beffa e sorpasso: Verstappen frega Hamilton e si laurea campione del mondo

A spuntarla è stata Max Verstappenal termine di una stagione e di un ultimo gran premio, ad Abu Dhabi, ricco di colpi di scena. Il 24enne pilota della Red Bull ha vinto per la prima volta il titolo mondiale e l’ha fatto contro il più esperto e quotato Lewis Hamilton anche se non mancheranno le polemiche da parte della Mercedes per quanto accaduto nel finale di gara con l’incidente avvenuto al giro 53 che ha di fatto tolto l’ottavo titolo iridato dalla bacheca del campione inglese.

Dopo una gara in cui Hamilton ha guidato le danze fin dalla partenza è arrivata la safety car per un incidente a 5 giri dalla fine. Le operazioni per rimuovere l’auto di Latify richiede tempo e si riparte ad un solo giro dalla fine con Verstappen attaccato ad Hamilton, un ruota a ruota che consente all’olandese con le gomme nuove di superare il britannico e vincere quasi incredulo il mondiale. Ad Abu Dhabi chiude sul podio la Ferrari di Carlos Sainz, terzo, grazie al ritiro di un generoso Sergio Perez che ha aiutato fino alla fine il suo compagno di squadra a vincere questo mondiale.

Dopo tante battaglie in pista e verbali l’immagine più bella resta però l’abbraccio tra i due con lo sconfitto Hamilton, restato per alcuni minuti nel suo abitacolo al termine del gp, che è andato a cercare il collega complimentandosi con lui per la vittoria del primo titolo mondiale. Grande prova di maturità da parte di Lewis che si è visto sfilare il titolo mondiale, l’ottavo che l’avrebbe messo in cima a tutti in solitaria nella storia della Formula Uno, nell’ultimo giro di un folle gp.

Verstappen si è mostrato felice e incredulo al termine del gran premio più folle della stagione: “È incredibile, ci ho provato tutta la gara e all’ultimo giro ci sono riuscito. Follia, non so cosa dire, ringrazio il mio team che lo merita tantissimo. Serviva un miracolo, ci voleva anche un po’ di fortuna per me. Ringrazio Perez perché ha guidato alla grande e ha fatto tanto per me. Spero di continuare con questo team per il resto della mia vita, sono felicissimo. Ringrazio Horner e Marko che mi hanno fatto entrare nel 2016, il nostro obiettivo era conquistare il titolo e ci siamo finalmente riusciti”.

Lewis Hamilton ha mostrato invece tutta la sua amarezza per aver perso il mondiale alle ultime curve di una pazza stagione: “Sono molto fiero di quanto fatto quest’anno, congratulazioni a Max e al suo team. Noi ci abbiamo provato, il team ha lavorato tanto ed è stata una delle stagioni più complicate. Abbiamo dato tutto e non abbiamo mai mollato anche in questo finale di stagione. Mi sono sentito benissimo in macchina negli ultimi due tre mesi, vediamo cosa succederà l’anno prossimo”.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.