Venezia ricorda Totò: il docufilm che celebra l’uomo e il comico interamente dedicato alla figlia Liliana

Venezia riscopre i miti del cinema di sempre, maestri di ieri, miti di oggi. E così, a latere degli omaggi in calendario al Lido, non poteva mancare in laguna – in concomitanza della 79° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica – il film documentario Umanamente Totò poi il comico sul Principe Antonio de Curtis, in arte Totò(una produzione dell’Associazione Amici di Totò… a prescindere!-Onlus). Il docufilm sarà presentato venerdì prossimo, 2 settembre, a Venezia. E rappresenterà – oltre che un omaggio al grande artista napoletano – anche una dedica al ricordo di sua figlia, Liliana de Curtis, scomparsa a Roma il 3 giugno scorso.

Curato da Laura Villani, amica di Liliana de Curtis attrice e scrittrice, l’incontro si svolgerà (alle 17,30) al Colombo, Locale Storico Italiano – in Calle del Teatro o della Commedia 4619Venezia – considerato un importante centro di iniziative artistico-culturali della città. La proiezione del film si svolgerà alla presenza di Alberto de Marco, presidente dell’associazione Amici di Totò… a prescindere! Onlus, di cui era presidente onoraria Liliana. E sarà seguita da un cocktail nel Campiello del Colombo.

Una sorta di celebrazione tra cinema e realtà, verità artistica e risvolti personali, che rievocherà a Venezia la grandezza umana e professionale di uno dei protagonisti della scena del Novecento. Un attore comico che, specie nell’ultima fase della sua vita cinematografica, ha rivelato insospettabili doti drammatiche. E un volto, celato dietro la sua inconfondibile maschera, che ha saputo guardare accanto a sé e vedere nel profondo. Un’iniziativa che ha sicuramente il pregio di mostrarci un Totò ancora poco e raccontato. Un uomo e un artista ricordato tra spiragli privati e orizzonti creativi.

Il film documentario, fa sapere l’Adnkronos, ha la regia di Alberto De Marco e Franco Esposito, in collaborazione con Francesco La Rosa, Director Special Guest. Contiene spezzoni cinematografici d’archivio. Interventi originali. E interviste a personaggi quali Liliana de Curtis, Renzo Arbore, Massimo Ranieri, Albano Carrisi, Yari Gagliucci, Giancarlo Governi(autore televisivo), Lucio Dalla, Renato Dentoni Litta (direttore dell’Archivio di Stato di Salerno), Arnaldo Ninchi, Lello Bersani, Francesco de Simone (capitano dello yacht di Totò), Eugenio de Simone (avvocato di Totò), Renato Rascel e Mario Castellani.

Un progetto che arriva alla sua presentazione con il regista Alberto De Marco, scrittore, giornalista e sceneggiatore, che ha ricevuto l’Aiae Award, dall’Associazione Educatori Italoamericani per l’impegno profuso nella pellicola e per la sua intensa attività culturale. La produzione del docufilm è dell’Associazione Amici di Totò… a prescindere!-Onlus. Mentre la pellicola – precisa l’Adnkronos – è tratta dal libro Antonio de Curtis, Totò, il Grande Artista dalla Straordinaria Umanità di Alberto De Marco e Duilio Paoluzzi (Edizione Movimento Salvemini).

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.