Crea sito

Vaccini, cambia tutto: stop AstraZeneca e J&J. Si punta su Pfizer, Moderna e CureVac

Basta con AstraZeneca e Johnson & Johnson in Ue dal 2022. La Commissione Europea punta tutto sui vaccini a Rna messaggero prodotti da Pfizer, Moderna e CureVac. Per il prossimo anno non rinnoverà i contratti con AstraZeneca e J&J, i cui preparati anti Covid utilizzano un vettore virale con una tecnologia più tradizionale. Ad annunciare la scelta strategica a Bruxelles è stata la presidente Ursula von der Leyen. È la conseguenza della decisione presa dagli Usa, che hanno messo in stand by le somministrazioni.

La decisione Usa è arrivata in seguito alle segnalazioni di casi di trombosi inusuali. Trombosi gravi e rarissime, nell’ordine di meno di uno su un milione (6 casi riferiti su 6,8 mln di vaccinazioni). In futuro, spiega von der Leyen, in Europa serviranno “richiami” per rafforzare la protezione dei vaccinati. E se si svilupperanno “varianti resistenti” ai vaccini, «dovremo sviluppare vaccini adattati» alle nuove mutazioni. Questo, «presto e in quantità sufficienti. Dobbiamo focalizzarci sulle tecnologie che hanno dimostrato il loro valore. I vaccini a Rna messaggero sono un caso chiaro».

«Si sta studiando la causalità dei casi di trombosi per ora c’è solo un nesso temporale». È quanto afferma, al Corriere della Sera, Francesco Le Foche, immunologo dell’ Umberto I di Roma «Stiamo parlando di 6 casi su 7 milioni di persone e non abbiamo la certezza che siano stati causati dai vaccini». Il blocco del vaccino Johnson&Johnson per prima cosa significa che «la farmacovigilanza funziona. Abbiamo altri tre tipi di vaccini a disposizione e sono sicuro che il vaccino J&J verrà ripristinato al più presto. Magari sarà ripristinato con delle indicazioni precise come è successo per il vaccino AstraZeneca consigliato per gli over 60».

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.