Crea sito

Tragedia in una scuola Russa: 11 morti e 32 feriti. Due gli attentatori: un 17enne arrestato, il secondo ucciso

Strage in una scuola in Russia: 11 morti e 32 feriti. Due i killer: un 17enne arrestato e il secondo ucciso dagli agenti. E tra ostaggi terrorizzati e bambini in fuga, 2 delle vittime sarebbero morte cercando di mettersi in salvo gettandosi dalle finestre… Ancora sangue tra i banchi. Una sparatoria in una scuola di Kazan, capitale della repubblica russa del Tatarstan nella Russia centrale, ha seminato orrore e morte. Secondo i servizi di soccorso locali, citati dall’agenzia Novosti, e riferiti dall’Ansa, dopo le raffiche di mitragliatrice, ci sarebbero 11 morti. E 32 i feriti della sparatoria in Russia. A riportarlo sono i media del paese, precisando che quattro di loro sono stati ricoverati in ospedale. Secondo quanto riferito inoltre dalla Ria-Novosti, tra le vittime ci sarebbero anche due ragazzi morti dopo essere precipitati dal terzo piano dell’edificio scolastico, mentre cercavano di mettersi in salvo. Nella scuola, a quanto risulta dai media locali, ci sarebbe stata anche un’esplosione.

A riportarlo sono i media del paese, precisando che quattro di loro sono stati ricoverati in ospedale. Secondo quanto riferito inoltre dalla Ria-Novosti, tra le vittime ci sarebbero anche due ragazzi morti dopo essere precipitati dal terzo piano dell’edificio scolastico, mentre cercavano di mettersi in salvo. Nella scuola, a quanto risulta dai media locali, ci sarebbe stata anche un’esplosione. Riguardo i killer, invece, l’agenzia di stampa Tass, citando fonti dei servizi di emergenza, fa sapere che la polizia in relazione alla sparatoria avrebbe già fermato un 17enne. Mentre un secondo assalitore, rimasto più a lungo all’interno dell’edificiocolastico, avrebbe preso in ostaggio diverse persone prima di essere neutralizzato dagli agenti. Sul posto intanto, ha riferito il quotidiano economico Kommersant, è arrivato il presidente del TatarstanRustam Minnikhanov.

Dunque, in base a quanto si apprende in questi concitati e drammatici momenti dai media russi, ad aprire il fuoco sarebbero stati in due. Nell’attacco gli assalitori avrebbero usato una mitragliatrice. E ancora. Secondo quanto riferito da una fonte delle forze dell’ordine alla Tass, sono almeno 11, la maggior parte delle quali studenti, le vittime della sparatoria e della presa di ostaggi a Kazan. Mentre, stando al Mash Telegram il secondo assalitore sarebbe stato ucciso dalle forze di sicurezza.

Uno degli autori della strage, invece, un adolescente di 17 anni, stando alle prime informazioni disponibili, sarebbe stato arrestato. Per Interfax, che si sofferma sulla ingente operazione di polizia in corso, le forze dell’ordine sarebbero riuscite prima a “isolare” il secondo assalitore al quarto piano della scuola di Kazan. Poi gli agenti, nel tentativo di neutralizzarlo e di fermarlo, gli avrebbero sparato, uccidendolo. Nelle immagini video trasmesse dalla scuola,inoltre, si vedono le operazioni di evacuazione dei bambini. Alcuni dei quali si sono gettati dalle finestre dell’edificio. Due di loro sarebbero morti cercando di mettersi in salvo.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.