Spari sul set di Baldwin, arriva la prima mazzata: irresponsabilità e sicurezza trascurata. Pesante multa ai produttori

Il dramma dell’incidente mortale, causato dagli spari reali esplosi sul set dove recitava Alec Baldwin. Un caso che ha sconvolto Hollywood. Spezzato la vita della giovane direttrice della fotografia, Halyna Hutchins. E causato il ferimento del regista Joel Souza, ha una prima risposta amministrativa. Pecuniaria per il momento. Secondo quanto riferisce il sito della Bbc, allora, i produttori del film Rust sono stati multati per 136.793 dollari per la sparatoria accidentale.

Dunque, l‘Ufficio per la Salute e la Sicurezza sul lavoro del New Mexico ha inflitto la multa più alta alla Rust Movie Productionsper non avere seguito le linee guida sulla sicurezza delle armi da fuoco sul set. Dimostrando «pura e semplice indifferenza per i rischi noti associati all’uso delle armi da fuoco sul set». Di più. Il responsabile dell’Ufficio, James Kenney, ha dichiarato che «ci sono stati diversi errori di gestione. E prove più che sufficienti per sostenere che se fossero state seguite le linee di sicurezza standard, l’uccisione mortale di Halyna Hutchins. E il grave infortunio di Joel Souza, non si sarebbero verificati». Aggiungendo che «gli errori di Rust Productions erano seri e intenzionali». E concludendo: «Anche se mi rendo conto che nessuna multa può compensare la perdita di vite umane, stiamo ritenendo Rust Productionspienamente responsabile».

Dunque, responsabilità totale della casa di produzione. Il verdetto dell’Ufficio per la Salute e la Sicurezza sul lavoro del New Mexico è severo. Del resto, l’esito di quell’incidente è tragico. Come noto, la direttrice della fotografia Hutchins è rimasta uccisa accidentalmente da un colpo di pistola lo scorso ottobre sul set. Mentre l’attore Baldwin, nonché produttore del film, stava girando una scena con una pistola che credeva essere sicura. Dichiarando, sempre in sua difesa, che il colpo che ha ucciso la donna di 42 anni era partito senza che lui avesse premuto il grilletto. Nell’accidentalità dell’evento però – sembra dire la multa comminata –. E ribadisce Brian Panish, legale dei familiari della vittima, vanno individuate delle responsabilità. Secondo l’avvocato dei familiari della Hutchins, allora, all’origine del dramma ci sarebbero «la condotta sconsiderata dell’attore. Ma anche il risparmio sui costi di produzione». Balwin di contro, da parte sua, ha sempre dichiarato di non avere idea di come siano finiti sul set dei proiettili veri…

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.