Sondaggi, il centrodestra vola, il Pd a picco e il M5S lo supera: ecco i dati

È un lunedì sera terribile per il Partito democratico che, in seguito alle elezioni politiche di domenica 25 settembre, continua a rendersi protagonista di una fase di declino che sembra irreversibile. Si fa sempre più pesante la distanza dal centrodestra, che invece incrementa il vantaggio sul fronte rosso. È quanto emerge dall’ultimo sondaggio di Swg per La7, trasmesso in onda dal direttore Enrico Mentana. La situazione per il Pd è impietosa, con un risultato così basso che non si registrava da ben quattro anni.

Acquisisce ancora maggiore forza Fratelli d’Italia, che rispetto alla scorsa settimana cresce dello 0,3% e si porta al 29,4%. Molto più indietro si trova il Movimento 5 Stelle, che gode del 16,8% grazie a un incremento dello 0,5%. I grillini hanno dunque compiuto il sorpasso ai danni del Partito democratico, che invece perde un ulteriore 0,3% e sprofonda al 16%. Una cifra così debole che non emergeva dall’1 ottobre 2018, quando il Pd si attestava al 15,7%.

Alle spalle dei dem si trova il Terzo Polo all’8,4%: l’asse tra Azione e Italia Viva ha lasciato per strada lo 0,2% delle preferenze nel giro di sette giorni. Stessa variazione in negativo per la Lega (7,7%) e per Forza Italia (6,3%). Tra i partiti con minore consenso rientrano Verdi-Sinistra italiana al 4% (in calo dello 0,1%), +Europa di Emma Bonino al 2,7% (in discesa dello 0,3%), Italexit con Gianluigi Paragone (stabile al 2,5%) e Unione Popolare di Luigi de Magistris all’1,6% (in crescita dello 0,2%). Le altre liste hanno una forza del 4,6% (+0,3%). Cala dell’1% la formazione di chi non si esprime (31%).

I numeri del sondaggio sono terrificanti per la sinistra. Il centrodestra può vantare un peso del 43,4%, grazie anche alle scelte che il nuovo governo sta portando avanti sia nell’ambito economico sia sul fronte dell’immigrazione. Contesto diametralmente opposto per il centrosinistra, che non riesce a riprendersi e crolla a pezzi: il campo composto da Partito democratico, Verdi-Sinistra italiana e +Europa si ferma al 22,7%. A questo punto il centrodestra aumenta ulteriormente il proprio vantaggio, avendo sulla carta un +20,7%.

Per il Pd si prospettano tempi bui: la sensazione è che i dem possano continuare a perdere ancora più preferenze in attesa del congressodel prossimo anno, che si preannuncia lungo e spinoso. La situazione è molto incerta nel Partito democratico, chiamato a eleggere un nuovo segretario per tentare di risollevare le sorti. La cornice però non è affatto rassicurante neanche in vista delle elezioni regionali in Lombardia e nel Lazio, a cui la sinistra si approccia in maniera sfaldata.

Nota del sondaggio:
a) Sondaggio realizzato da SWG S.p.a.;
b) Committente: La7 S.p.a.;
c) Estensione territoriale: nazionale;
d) Totale contatti: campione di 1.200 soggetti maggiorenni residenti in Italia (4.549 non rispondenti);
e) Interviste effettuate nel periodo 2-7 novembre 2022 con metodo cati-cami-cawi;
f) Il sondaggio è disponibile qui.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.