Crea sito

Salvini caterpillar: “Bersani parla come un cretino” E a Conte: “Basta la Cgil nelle case degli italiani”

By Giuseppe Falco (per ith24)

È stufo il leader della Lega Matteo Salvini di ascoltare la solita retorica politica, e le solite chiacchiere inconcludenti che servono solo a tirare a campare. E alle affermazioni schifezza di Bersani, che afferma: “se al governo ci fosse stato il centrodestra non sarebbero bastati i cimiteri”. Salvini replica: “Bersani? Dichiarazioni disgustose. A me sembra una dichiarazione di un cretino. Ci sono 30mila morti e si scherza su questo. Davvero c’è qualcuno che non sta bene. Quando si fa polemica sui cimiteri, vuol dire che non stai bene”.

Poi vira sul premier delle chiacchiere Giuseppe Conte: “Il governo ha promesso 400 miliardi di euro in una conferenza stampa a reti unificate. Dopo 3 mesi ne sono, non arrivati ma in lavorazione, 23 di miliardi. C’è qualcosa che non funzione”,

E ancora: “Ripropongo a Conte la soluzione del modello svizzero proposto dalla Lega. Un foglio fronte e retro con autocertificazione che garantisce un contributo fino a 500mila franchi”.

“Probabilmente sa qual è il problema? È che al governo c’è qualcuno che non ama l’iniziativa privata, le partite Iva, gli autonomi, i piccoli imprenditori, la scuola privata. Per cui deve essere tutto burocratizzato, statalizzato, sindacalizzato e centralizzato. Se questo è l’approccio, l’Italia non riparte. C’è bisogno di libertà d’impresa, educativa, di culto. Non della Cgil, onnipresente nelle case degli italiani”.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.