Crea sito

Rocco Casalino da un lato, e Marco Travaglio dall’altro, hanno affossato l’Italia. Indiscrezioni bomba dal cuore Pd: Conte prepara le valigie..

Arrivano lamenti dalla pancia del PD. E se a lamentarsi sono quelli che hanno distrutto l’Italia sotto il punto di vista politico amministrativo, significa che i Grillini devono essere veramente il male assoluto. Si, perché se sono riusciti a governare con chi davano del mafioso, vuol dire che non hanno la faccia. E se poi vogliono ammoccarci che l’hanno fatto per il bene dell’Italia, siamo autorizzati a mandarli a quel Paese. Perché ci viene difficile pensare che un politico si alkei con un mafioso, ad esempio con Totò Riina, per il bene degli italiani. Sicuramente il PD non è Totò Riina,a Totò Riina era un mafioso. E se do del mafioso ad una persona e poi ci governo, è come se stessi governano con Totò Riina.

Ma tornando all’incidente diplomatico di martedì notte Lorenzo Guerini si lamenta della prima pagina del Fatto. Titolo: «United Dem of Benetton». È mezzanotte. E il pdf è appena arrivata sullo smartphone del ministro della Difesa.

Questa di far passare il Pd come gli amici dei Benetton è storia vecchia. I grillini, in passato, avevano addirittura accusato il partito di Nicola Zingaretti di essere a libro paga degli imprenditori veneti. E di aver confezionato, con i propri governi, una serie di misure ad hoc per prolungare la concessione di Autostrade e per aumentare i profitti di Atlantia. Ora che la storia viene di nuovo fuori, nonostante siano alleati, i dem sono indotti a sospettare che ci sia una regìa dietro a quegli attacchi. 

Secondo Guerini le rivone sono due: Rocco Casalino e Marco Travaglio. Sono loro. Giuseppe Conte, nella ricostruzione fatta dall’Huffington Post, risponde brutto al suo ministro. Se ha qualcosa di cui lamentarsi, gli consiglia di bussare direttamente all’ufficio del suo portavoce. E, sempre in tema di veline, attacca la titolare delle Infrastrutture e dei Trasporti, «colpevole», secondo il premier, di aver divulgato una lettera riservata, destinata a lui, in cui si metteva al corrente il primo ministro sulle perplessità dell’Avvocatura di Stato circa la revoca della concessione autostradale.

Al che è stata proprio la De Micheli che, per discolparsi, ha accusato di nuovo Casalino. È stato lui a far filtrare il pezzo di carta. Sempre lui. E sempre allo scopo di dipingere i dem come amici dei Benetton.

Insomma, da un lato Casalino, che grazie al comico Beppe Grillo ha trasformato la politica italiana in un grande circo a discapito degli italiani. E dall’altro lato, il braccio armato: Marco Travaglio, che attraverso il suo giornale difende e attacca chi, come Conte e Grillini, sono stati bravi ed in grado di esaudire tutti in suoi desideri. Partendo da Enel fino ai fondi al giornale.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.