Crea sito

Molti mi chiedono cosa pensi sul divorzio, Gaetano Daniele: “Sposato da 11 anni, sono contro il divorzio, ti rovina, solo per gravi motivi”

Gaetano Daniele

By Francesca Fraccari

Sono stato interpellato da una mia cara amica su temi come l’amore, il sesso e le donne. L’amministratore di ith24 già editore de Il Fatto e il Notiziario  41enne ha raccontato di vivere un periodo particolare, ma non entra nel merito anche perché preferisce farlo a giochi finiti. Ma si esprime generalizzando. Tutta la fase organizzativa che precede l’incontro sul materasso funge per me da deterrente. E poi c’è l’ansia d’essere scoperti. Che il tuo piacere di una notte o di qualche ora diventi di dominio pubblico.

Daniele, si dice contro il divorzio ammenoche non strettamente necessario, per fatti gravi che possono compromettere lo status psicologico dei figli. Perché i divorzi ti mandano sul lastrico. Ti riducono in povertà. Ti rovinano. Io sono per l’antico “ripudio”. Di fatto ci si lascia ma senza soldi di mezzo. Senza avvocati, assegni e affidi di figli. Quando non si ha a che fare con delinquenti, ovviamente.

Daniele, con una breve carriera militare (2° R.G.T Bersaglieri, 78° R.G.T Lupi di Toscana, 9°, Ispettorato R.F.C Toscana) ha spiegato di aver compreso che “quando un maschio (o una femmina) ha le palle di divorziare poi subito dopo si rimette nello stesso schema: È come se sentisse un naturale bisogno di tornare in gabbia. Per un’istintiva quanto distruttiva esigenza di sentirsi protetti dai limiti. E quindi invece che una, ci si ritrova poi compressi in due gabbie. Una doppia rottura di coglioni.

Penso che il matrimonio – nota la pemna libera di ith24 – sia un rapporto di “mutuo soccorso”. In cui deve prevalere la ragione. Dopo massimo un paio d’anni, parliamoci chiaramente, l’istinto all’accoppiamento svanisce. Il sentimento di sopportazione reciproca deve essere alimentato dalla capacità di venirsi incontro senza rancori, senza inutili ripicche.

Infine, qualche battuta sulle donne. Per Daniele “sono il più bello degli universi possibili”, ma “a volte, anche quando sono molto intelligenti, peccano di provincialismo”. Perché “diventano bugiarde e false” e tendono a voler apparire quello che non sono quando hanno paura di essere considerate delle troie:

Difficilmente una donna ammetterà una sua debolezza o un suo peccato di carne. Noi maschietti siamo più ingenui. Certo, anche noi mentiamo, ma lo facciamo per paura di essere scoperti. Le donne mentono perché non sopportano di essere catalogate come “baldracche”.

Insomma, per Gaetano Daniele il divorzio deve essere messo al centro di un rapporto coniugale solo se vi sono gravissimi rischi non tanto per la salute dei genitori ma dei figli. Perché – chiude Daniele – ci sono donne arroganti che pur di non ammettere i propri errori sarebbero capaci di ledere se stesse come i cretini: una persona stupida è una persona che causa un danno ad un’altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé od addirittura subendo una perdita, appunto.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.