Crea sito

Massimo Giletti: “Nelle intercettazioni del boss Graviano un passaggio gravissimo, perché Bonafede non smentisce”. A proposito, chi l’ha visto? [Video]

Massimo Giletti non si ferma neppure di fronte alle minacce. Il conduttore di Non è l’Arena, ospite della trasmissione In Onda su La7 e condotta da Luca Telese e David Parenzo, ha ripercorso quanto accaduto.

In particolare il giornalista si è soffermato sulla frase pronunciata dal carcere dal boss Filippo Graviano su Giletti e Nino Di Matteo: “Non scassi la min**ia, il ministro sta facendo il suo lavoro e loro rompono”, è l’intercettazione-choc a cui Giletti ha risposto: “In un Paese normale il ministro mi avrebbe avvisato”.

Giletti, infatti, ha saputo dell’accaduto solo attraverso i giornali e non dal Guardasigilli: “Questo – prosegue – è un passaggio pesantissimo, il boss Graviano dice che il Ministro sta facendo il suo lavoro.

Da Bonafede nessun commento”. Il conduttore di La7 si chiede perché il grillino “non smentisce pubblicamente. Se io fossi ministro della Giustizia e un boss mafioso dicesse di me una cosa del genere, dopo due minuti direi prenderei le distanze”. In ogni caso Giletti ne è sicuro: “Cìè una trattativa Stato-Mafia”.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.