Linea ferroviaria Genova-Milano, 27 disabili fatti scendere dal treno a causa di turusti irresponsabili che occupano i loro posti. Paciolla: “È vergognoso”

I posti a sedere sul regionale 3075 in partenza da Genova Piazza Principe, erano riservati a un gruppo di disabili, ma i passeggeri non hanno voluto sentire ragioni: non ci alziamo. È stato richiesto anche l’intervento della Polfer, ma nulla di fatto. E per far rientrare la comitiva di disabili, Trenitalia è stata costretra a prenotare un pullman.

I fatti sono accaduti ieri, nella ricorrenza di Pasquetta alla stazione di Genova Piazza Principe. Il gruppo composto da 27 ragazzi e tre accompagnatori, aveva prenotato sul treno regionale Albenga-Milano, ma nonostante la prenotazione e la disabilità, ha prevalso il senso disumano di questi incivili senza morale.

Sul’accaduto è intervenuto ad ith24, il Maresciallo dell’Esercito Italiano, Giacomo Paciolla, che nota: “Quello che è accaduto non ha nessuna logica, non può essere giustificato, ed è vergognoso che ai giorni d’oggi accadono ancora queste cose. Per il lavoro che svolgo, e per quello che sono costretto a sentire e a vedere in ambienti particolari, potrei dire che non mi meraviglia più di tanto. Ed è per questo che sono preoccupato. Quando si arriva a sottovalutare la sofferenza dei disabili, vuol dire che stiamo andando a sbattere. Possiamo anche individuare i colpevoli e multarli, ma il problema resta. Perché quando si ignorano certe azioni, la multa a che serve? A redimerli? Ed il problema resta. Bisogna cambiarli dentro. E la sensibilità non si compra al mercato. Ci vogliono pene più severe, come il carcere”

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.