Lavori estivi, ecco le figure professionali più gettonate di quest’anno

L’estate è arrivata e il mercato del lavoro stagionale si sta attivando. Sono numerose le opportunità per i giovani che desiderano guadagnare qualche soldo extra durante la pausa scolastica. Nel 2022 sono stati assunti più di un milione di lavoratori con una forte richiesta per professioni come insegnanti di nuoto e assistenti in gelateria. I dati dell’Osservatorio sul precariato dell’Inps descrivono uno scenario in cui 556.314 persone, oltre la metà dei lavoratori, hanno cominciato a lavorare tra i mesi di maggio e agosto.

Non tutti i lavori stagionali sono uguali in termini di retribuzione. Nel Regno Unito, luogo particolarmente ambito dagli italiani che cercano un impiego per l’estate, le paghe sono sostanziose. Tra i lavori più remunerati troviamo l’istruttore di surf che percepisce circa 6.208 sterline, si tratta di più di 7.000 euro. Secondariamente troviamo l’assistente catering, lo stipendio ammonta a 6.132 sterline a seguire la guida turistica che può contare su una paga di 5.873 sterline. Mediamente il compenso di un bagnino, che è tra le professioni più richieste in estate, ammonta a circa 4.658 sterline ovvero 5.423 euro. Mestieri come l’inserviente in spiaggia, l’istruttore di nuoto, il coordinatore di campi estivi, il parcheggiatore, l’estetista, l’assistente in gelateria e l’hostess di eventi consentono di guadagnare tra le 5.000 e le 6.000 sterline nel corso della stagione estiva. Questi dati provengono dallo studio condotto da Adzuna, un portale di annunci, e ripresi dal tabloid britannico The Sun. L’analisi considera giovani tra i 16 e i 25 anni che non hanno un titolo di studio specifico per svolgere i lavori in questione.

In Italia, durante i mesi estivi, sono previste più di 1 milione e 373mila assunzioni, più del 70% riguarda i settori del turismo e dei servizi. Tra le figure più ricercate troviamo quelle dell’accoglienza ai clienti come addetti alle vendite, alla segreteria e al personale delle pulizie. Anche i lavoratori del mondo della ristorazione sono molto richiesti come cuochi, camerieri, banconisti di bar o gelaterie. Dal punto di vista degli stipendi il guadagno è di circa 1.508 euro lordi al mese ovvero 4.500 euro se si considerano le tre mensilità estive. Mettendo a confronto queste cifre con quelle della Gran Bretagna si nota una differenzia sostanziale, infatti lavorando sull’isola inglese si potrebbero guadagnare 4.742 sterline, circa 5.520 euro. Sempre all’interno del Belpaese, un insegnate di nuoto in possesso di brevetto può arrivare ad una retribuzione minima intorno ai 1.600 euro al mese, ovvero 4.800 euro in tre mesi. Uno chef percepisce uno stipendio che oscilla tra 1.600 e 1.700 euro, mentre un bagnino guadagna tra i 1.379 e i 1.650 euro ogni mese. Per quanto riguarda le guide turistiche la paga è di circa 1.400 euro al mese. Le cifre provengono dallo studio Unioncamere Anpal.

In questo frangente è molto importante considerare la questione della sicurezza e la necessità di fare formazione che prepari al lavoro. In Italia nel 2022 gli infortuni sul lavoro sono stati 697.773, mentre nel primo quadrimestre del 2023 ammontano a 86.000. In estate i lavoratori devono affrontare anche il caldo e l’esposizione al sole che a volte contribuiscono a causare gli infortuni durante svolgimento delle proprie mansioni. A questo proposito chi svolge certe professioni dev’essere essere informato e conoscere le regole fondamentali per un corretto svolgimento delle proprie mansioni.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.