Crea sito

L’appello dei medici: “Vaccinate i figli: le miocarditi sono rare, la variante Delta corre”

«Vi consigliamo di vaccinarvi subito se non lo avete ancora fatto. È il modo migliore per proteggere voi stessi, i vostri cari, la comunità e tornare a uno stile di vita più normale in modo sicuro e rapido». È l’appello di un nutrito gruppo di esperti e medici statunitensi, alcuni dei quali alla guida delle istituzioni sanitarie, alla popolazione americana. Rassicurando sui bassi rischi rispetto agli affetti avversi osservati, in particolare miocarditi e pericarditi, gli esperti hanno quindi esortato i cittadini a non avere paura di far somministrare i vaccini anche ai bambini dai 12 anni in su, «incoraggiandoli vivamente» ad aderire alla campagna vaccinale, «soprattutto» alla luce della «preoccupante variante Delta».

«I vaccini anti-Covid sono sicuri ed efficaci e prevengono la malattia da Covid-19. Aiuteranno a proteggere voi e la vostra famiglia e a proteggere la comunità. Incoraggiamo vivamentetutti coloro di età pari o superiore a 12 anni che hanno diritto a riceverli a vaccinarsi, poiché i benefici della vaccinazione superano di gran lunga qualsiasi danno. Soprattutto con la preoccupante variante Delta di Sars-CoV-2 che circola sempre più e ha un impatto più facile sui giovani, i rischi di non essere vaccinati sono molto maggiori di qualsiasi raro effetto collaterale dei vaccini», si legge nell’appello, che come primi firmatari vede il Dipartimento della salute (Hhs, con Rachel Levine) e i Cdc (Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, con il direttore Rochelle Walensky).

Fra le firme figurano poi pediatri, cardiologi, l’associazione dei medici di famiglia e quella degli ostetrici e ginecologi, l’American Academy of Pediatrics (Aap) e l’American Heart Association, ma anche le organizzazioni che riuniscono infermieri, esperti di sanità pubblica, l’American Medical Association, e molte altre realtà associative. «Come medici, infermieri, operatori sanitari ed esperti di sanità pubblica, molti dei quali genitori, comprendiamo l’interesse significativo che molti hanno per la sicurezza dei vaccini Covid, in particolare per i giovani», prosegue l’appello, nel quale si chiarisce che «oggi, il Comitato consultivo del Cdc sulle pratiche di immunizzazione (Acip) si è riunito per discutere gli ultimi dati sulle segnalazioni di casi lievi di infiammazione del muscolo cardiaco e del tessuto circostante, miocarditi e pericarditi, dopo la vaccinazione Covid tra i giovani».

Mentre la Food and drug administration si starebbe preparando a inserire queste infiammazioni tra le avvertenze al vaccino Pfizer e numerose sono anche le voci fel mondo scientifico che invitano alla cautela esperti e medici sottolineano comunque che «i fatti sono chiari: questo è un effetto collaterale estremamente raro e solo un numero estremamente ridotto di persone lo sperimenterà dopo la vaccinazione». «È importante sottolineare – proseguono  – che nei giovani che sperimentano questo effetto raro, la maggior parte dei casi è lieve e gli individui guariscono spesso da soli o con un trattamento minimo». Non solo, «sappiamo – aggiungono – che la miocardite e la pericardite sono molto più comuni se si contrae Covid-19 e i rischi per il cuore dell’infezione da Covid possono essere più gravi».

Quindi, l’allerta per i genitori: «Se prendete Covid-19, potreste ammalarvi gravemente ed essere ricoverati in ospedale o addirittura morire. Anche se la vostra infezione è lieve, voi o vostro figlio potreste andare incontro a sintomi a lungo termine, come problemi neurologici o ridotta funzionalità polmonare». Per questo, concludono, «vi consigliamo di vaccinarvi subito se non lo avete ancora fatto».

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.