Crea sito

Gaetano Daniele se la ride contro le persecuzioni di una ragazza con la presunzione di innocenza: “Non vi illudete, anche le stelle cadono, chiedere a Pirro”

Gaetano Daniele ith24

Ogni tanto occorre difendersi anche da una ragazza Può sembrare paradossale, ma è la verità. 

Una ragazza che non faccio nome perché ormai ha assunto il ruolo di vittima innocente, ma chè è indagata da due Procure, continua a perseguitarmi nonostante non la senti e non la vedo più da mesi, mi chiama e chiede di me. Mi cita una continuazione e mi minaccia. Cerca, la fanciulla, di trascinarmi ai suoi beceri livelli con le continue offese.

È una eccellente ignorante perché ignora le più basilari regole civili, si perde più spesso a criticare gli altri anziché a pensare al proprio, che piace solamente a lei e pur di compiacersi (da sola) liscia finanche il pelo a chi aveva augurato morte. Un fenomeno di incoetenza. È vero che dalla sua ascesa sui social si è accaparrata una valanga di like, ma solo quando esterna il lato B o un tacco a spillo, perché, viveversa, nessuno se la fila, neanche i carabinieri. Ma decanta, senza che nessuno glielo chieda, di vincere la guerra. Come Pirro?

La vittoria di Pirro

Pertanto è ovvio che non potendo fare altrimenti nel frattempo che la legge, lenta, faccia il suo corso, la mandi affanculo.

Si crede una Stella, ma questo non ritengo la autorizzi a salire sul podio, insultando un giorno sì e l’altro pure chi coltiva idee diverse su tutto. Per non parlare del grado culturale.

L’informazione italiana, come quella francese, è un puntello della delinquenza organizzata, da sempre. Di cosa si lamenta?

Cara ragazza  hai passato una vita a dare del delinquente a chi oggi lisci il pelo, soddisfacendo 2 galline ed un gallo, nel quale, tra l’altro, entrano ed escono di galera, e intrattengono telefonate con killer di camorra e si fanno chiamare “Sangue Blu”. A dimostrazione che i danni che ha causato Gonorra sono molteplici. I finti miti hanno preso il sopravvento sulle nuove generazioni falliti prima ancora di iniziare.

Ciascuno compie le scelte che reputa più vantaggiose, provando a sopravvivere. Io non sono una stella come lei e non amo la delinquenza organizzata, pertanto su questo piano non posso fare concorrenza a Sangue Blu.

Indubbiamente non è in discussione la sua capacità di prendere per il culo il mondo intero, ma non creda che i suoi avversari in ambito giudiziario siano scemi e degni di essere insultati dalla vostra lingua velenosa. La partita è in corso, non festeggirete prima che sia finita. Anche perché la situazione non è stabile, per Lei.

Stando ai rumors, che non sono il Vangelo, tuttavia danno il senso dell’andazzo, non mi pare che vivate un momento entusiasmante: vi andate nascondendo come un topo di fogna. Il presente e il domani sono pieni di incognite, non è il caso di scommettere.

La stessa posizione dei suoi cari supporter non è solida. Questi si trova al vertice di una montagna di merda poco affidabile e non sarà semplice per loro gestire l’affare con polso sicuro. Stiamo a vedere cosa ci riserva l’avvenire e come reagiranno i giudici in questo caos. Un elemento è assodato. Soltanto le prove prodotte saranno determinanti– ci svelerà di che morte dovremo morire. Nessuno deve dimenticare il poeta latino Publio Siro: “Fortuna vitrea est, tum quum splendet, frangitur”. Traduzione: “La fortuna è come il vetro, più brilla e più è fragile”.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Una risposta a “Gaetano Daniele se la ride contro le persecuzioni di una ragazza con la presunzione di innocenza: “Non vi illudete, anche le stelle cadono, chiedere a Pirro””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.