Crea sito

Da Don Biancalani altri due immigrati “spacciatori” finoscono in manette, ma lui: “Fango, solo fango!”

Fango, di nuovo fango! Io avrei fatto un altro titolo… arrestati due migranti abbandonati in strada dal sistema di accoglienza”. Ha letto il titolo di un giornale locale, don Biancalani, e se l’è presa con i giornalisti, non con i suoi ospiti, altri due immigrati che sono stati arrestati a Pistoia mentre spacciavano nel centro della città. Salvini, ovviamente, non ha perso occasione per farlo notare. “Ancora immigrati che delinquono e che sono ospiti di Vicofaro. Due gambiani sono finiti in manette: ospiti di don Biancalani, spacciavano in centro a Pistoia. Grazie alle donne e agli uomini in divisa che li hanno beccati, tolleranza zero per venditori di morte e delinquenti”.

Dei due immigrati ospiti di Vicofaro e del prete dell’accoglienza e arrestati ieri a Pistoia si conoscono anche i nomi:  sono due gambiani, Ibrahim Camara e Lamin Barjo, il primo avrebbe provato a vendere droga a un poliziotto in borghese,  l’altro ha ceduto una dose a un giovane del posto.Lamin Barjo ha venduto una dose ad un giovane proprio davanti agli occhi dei Carabinieri.

Nei giorni scorsi, un altro immigrato accolto da don Biancalani, famoso anche per le feste in piscina con i suoi ospiti, era stato arrestato in cinta e il prete lo aveva giustificato: “Il ragazzo era da qualche giorno a Vicofaro. Era stato un periodo da noi un anno fa, poi si era allontanato ed era tornato nei giorni scorsi. Bisogna rendersi conto che c’è un’umanità abbandonata sui territori, abbandonata da un sistema di accoglienza che la stessa Lega ha voluto con la legge Bossi-Fini. Esprimo sdegno nei confronti di certi politici che causano il problema e poi puntano il dito e gridano di fronte a certi fenomeni che purtroppo vanno messi in conto…”

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.