Covid e Natale, la vergogna sui tamponi, ma il governo tace. Record di contagi morti oltre 144 Ecco i dati regione per regione

Un italiano su 100 è positivo al Covid, a Natale. In pratica, non c’è nessuno o quasi nessuno, vaccinato o no, che non abbia un parente o un conoscentecontagiato dal Covid o che non vi sia entrato in contatto. La conseguenza è il caos vergognoso che in questi due giorni di vigilia e di Natale si verificano all’esterno delle farmacie o dei drive trough presi d’assalto senza alcun criterio, visto il livello di incertezza degli stessi tamponi affermato dagli stessi virologi, come il professor Bassetti. La confusione regna sovrana, con scarse informazioni dal governo, che ha fatto passarel’idea che anche col Green pass e con la doppia o tripla dose di vaccino, si possa infettare o ci si possa infettare. Da qui la corsa al tampone, fino alla tarda serata della vigilia di Natale, ma anche oggi, ovunque, prima di mettersi a tavola per il pranzo o perfino durante, con l’incognita dei falsi positivi nei quali incorrono spesso o tamponi rapidi, che comunque fanno fede per la Asl anche e più di quelli molecolari. Si calcola che un milione e mezzo di italiani abbiano passato il Natale in quarantena precauzionale, nonostante vaccini, Green pass e limitazioni di tutti i tipi. Nel dubbio, e nel silenzio del ministro Speranza, tutti a farsi il tampone a pagamento, quasi nessuno rassicurato, nonostante il risultato: è affidabile, va fatto subito o dopo qualche giorno dal contatto, nell’attesa anche i super vaccinati si devono chiudere in casa?

Oggi, 25 dicembre, sono 54.762 i contagi da coronavirus in Italia, secondo numeri e dati covid – regione per regione – nel bollettino di Protezione Civile e ministero della Salute. La cifra odierna rappresenta un nuovo record. Registrati altri 144 morti.
Ieri i casi erano stati 50.559 con 929.775 tamponi, i morti 141. Oggi nuovo record di tamponi: 969.752 e un tasso di positività al 5,6%, più 0,2% rispetto a ieri. Salgono anche i numeri di terapie intensive (+33) e ricoveri (+80). Questi ultimi ora raggiungono 8.892. Le terapie intensive sono a 1.071. Le persone attualmente positive hanno superato le 500mila, cioè quasi un italiano su 100. Aumentano anche i ricoverati con sintomi che sono 80 in più. Così il totale dei pazienti nei reparti covid sale a 8.892.

Sono 17.332 i contagi da coronavirus in Lombardia oggi, 25 dicembre 2021: i numeri covid del bollettino della Protezione Civile rappresentano un nuovo record per la regione. Registrati altri 38 morti, che portano a 34.925 il totale delle vittime dall’inizio della pandemia.

Gli attuali positivi in Lombardia sono 116.681, con un incremento di 13.370 unità. I dimessi/guariti sono 914.011 (+ 3.594).

Sono 3.551 i contagi da coronavirus in Emilia Romagna oggi, 25 dicembre 2021, secondo i numeri del bollettino covid della regione. Da ieri, registrati altri 21 morti.

I nuovi casi sono emersi dopo 42.016 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’8,4%. Tra i nuovi contagiati, 1.385 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 612 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 661 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 37,5 anni. Stabile il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva (107, come ieri); 1.142 quelli negli altri reparti Covid (+23).

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 309 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 438.786. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 52.826 (+3.220). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 51.577 (+3.197), il 97,6% del totale dei casi attivi.

Sono 5.402 i contagi da coronavirus in Veneto oggi, 25 dicembre 2021, secondo i numeri covid del bollettino della regione. Secondo i dati, riportati altri 24 morti. Il bollettino segnala oltre 1.000 casi nelle province di Treviso, Padova e Verona. I pazienti covid ricoverati in ospedale in area non critica sono 1.188 (-25), mentre i malati in terapia intensiva sono 174 (+11).

Sono 4.837 i contagi da coronavirus in Campania oggi, 25 dicembre 2021, secondo i numeri covid del bollettino della regione. Registrati altri 6 morti: 3 decessi sono avvenuti nelle ultime 48 ore, gli altri sono avvenuti in precedenza.

I nuovi casi sono stati rilevati su 77.269 tamponi. I pazienti covid ricoverati in ospedale in area non critica sono 495. In terapia intensiva, invece, 31 persone.

Sono 4.171 i contagi da coronavirus nel Lazio oggi, 25 dicembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati 4 morti. A Roma, segnalati 2.047 nuovi casi.

Nel dettaglio, i nuovi positivi sono stati individuati su 25.520 tamponi molecolari e 76.529 tamponi antigenici per un totale di 102.049 tamponi. Sono 947 i ricoverati (+26), 129 le terapie intensive (+3) e +845 i guariti. il rapporto tra positivi e tamponi è al 4%, come comunica in una nota l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Sono 3.438 i contagi da coronavirus in Toscana oggi, 25 dicembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione anticipato dal governatore Eugenio Giani. “I nuovi casi registrati in Toscana sono 3.438 su 54.292 test di cui 18.707 tamponi molecolari e 35.585 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 6,33% (30,5% sulle prime diagnosi)”, scrive Giani su Telegram, aggiungendo che i vaccini attualmente somministrati sono 7.018.611.

“I posti letto occupati in terapia sono 72, +3 rispetto a ieri (12,63% l’indice di saturazione). In area covid non terapia intensiva i ricoveri sono 409, -6 rispetto a ieri (8,13% indice di saturazione)”, scrive Giani, ricordando che “per entrare in zona gialla devono superare il 15% anche i ricoveri in area covid non intensiva”.

Si registrano 3 nuovi decessi: due uomini e una donna con un’età media di 75,3 anni.

Sono 1.451 i nuovi positivi al Covid-19 oggi in Liguria. I nuovi contagi sono stati rilevati su 7.729 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono altri 19.061 tamponi antigenici rapidi. Si registrano 2 morti.

I pazienti covid ricoverati in ospedale in area non critica sono 483 (+11). In terapia intensiva, invece, 39 persone (+2): si tratta di 27 non vaccinati e 12 vaccinati (con comorbidità e/o ospedalizzati per patologie covid correlate).

Sono 1.671 i contagi da coronavirus in Puglia oggi, 25 dicembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati altri 4 morti. I nuovi casi sono stati individuati su 40.295 tamponi.

I nuovi casi sono così distribuiti: Provincia di Bari 497; Provincia di Bat 141; Provincia di Brindisi 263; Provincia di Foggia 239; Provincia di Lecce 332; Provincia di Taranto: 152; Residenti fuori regione 42; Provincia in definizione 5.

Le persone attualmente positive sono 10.864. I pazienti covid ricoverati in ospedale in area non critica sono 172. In terapia intensiva, invece, 25 malati.

Sono 722 i contagi da coronavirus in Abruzzo oggi, 25 dicembre 2021, secondo i numeri covid del bollettino della regione. Non si registrano morti. I nuovi casi (di età compresa tra 1 e 98 anni) sono stati rilevati su 5.596 tamponi molecolari e 29.960 test antigenici. Gli altri numeri: 89 guariti, 8.938 attualmente positivi (+633), 134 ricoverati in area medica (+2), 18 in terapia intensiva (+1), 8.786 in isolamento domiciliare (+630). I nuovi positivi sono residenti in provincia dell’Aquila (105), Chieti (72), Pescara (208), Teramo (314), in accertamento (23).

Sono 3.756 i contagi da coronavirus in Piemonte oggi, 25 dicembre 2021, secondo numeri e dati covid della regione. Nel bollettino altri 44 morti. Nel dettaglio, i nuovi casi (di cui 2.395 dopo test antigenico) sono pari al 6,2% di 60.530 tamponi eseguiti, di cui 48.701 antigenici. Dei 3.756 nuovi casi gli asintomatici sono 2.699 (71,9%).

I ricoverati non in terapia intensiva sono 933 (+ 27 rispetto a ieri). I ricoverati in terapia intensiva sono 80 (+ 6 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 37.139.

I pazienti guariti diventano complessivamente 401.896 (+1.223 rispetto a ieri).

Sono 217 i contagi da coronavirus in Valle d’Aosta oggi, 25 dicembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Non si registrano morti. I nuovi casi portano il totale delle persone contagiate dal virus da inizio epidemia a 14.942. I casi attualmente positivi sono 1213 di cui 1186 in isolamento domiciliare, 26 in ospedale, uno in terapia intensiva. I guariti complessivi sono 13.231, +97 rispetto a ieri.

I casi fino ad oggi testati sono 105.690 mentre i tamponi effettuati sono 343.027. I decessi di persone risultate positive al Covid da inizio emergenza ad oggi in Valle d’Aosta sono 487.

Sono 468 i contagi da coronavirus in Sardegna oggi, 25 dicembre, secondo i numeri covid del bollettino della regione. Non si registrano morti. I nuovi casi sono stati rilevati sulla base di 3.972 persone testate.

Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 17.390 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 11 ( come ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 132 (1 in più di ieri). 4939 sono i casi di isolamento domiciliare (352 in più di ieri).

Sono 1.245 i contagi da coronavirus in Friuli Venezia Giulia oggi, 25 dicembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Si registrano altri 8 morti. Nel dettaglio, su 10.275 tamponi molecolari sono stati rilevati 1.072 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 10,4%. Sono inoltre 15.835 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 173 casi (1,09%). La fascia maggiormente colpita risulta essere quella dei più giovani, in età 0-19 anni, con 279 contagi.

Tre decessi sono avvenuti a Trieste (una donna di 91 anni, deceduta in Rsa, e due uomini, di 87 e 88 anni, deceduti in ospedale); 1 a Grado (una donna di 90 anni, deceduta in Rsa); due a Pordenone (due uomini, di 97 e 86 anni, deceduti entrambi in ospedale); una a Sacile (una donna di 83 anni, deceduta in ospedale); una a Brugnera (un uomo di 88 anni, deceduto in ospedale).

Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 27, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti scendono a 259, come rende noto il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.