Accoltellati cinque ragazzi durante la notte a Milano e il sindaco Sala festeggia e brinda a Pechino

Dite al sindaco Sala che in questi giorni è a Pechino a seguire le Olimpiadi, che a Milano, mentre lui era in tribuna a festeggiare i trionfi azzurri, cinque ragazzi, tra i quali anche un minorenne, sono stati accoltellati in meno di quattro ore.

Tutto in una notte, come in un film americano. Accade a Milano, in cinque episodi diversi. Il primo episodio all’1,33 in piazza Duca d’Aosta, dove un 30enne è stato accoltellato e portato dal 118 in codice verde al Niguarda. Alle 3,25, in piazza Gae Aulenti, è stato ferito un 18enne, trasportato in ambulanza al codice verde al Fatebenefratelli.

Un minuto più tardi, in via Castiglioni, un 20enne è stato accoltellato – questa volta in modo grave – ed è tuttora ricoverato in codice rosso all’ospedale Niguarda. Alle 4,44, in Corso Como, un 20enne è stato poi accoltellato e portato in codice giallo al Policlinico di Milano. Infine, alle 5,21, in via Pasubio è stato accoltellato un ragazzino di appena 15 anni portato al San Raffaele in codice giallo.

Il problema dell’ordine pubblico in una città quanto dipende dal suo sindaco? A Milano, il sindaco Beppe Sala non ha brillato per presenza. In alcuni casi è stato anche sfortunato, come quando ha incontrato e premiato dei rapper, poi incappati in guai con la giustizia. Resta il fatto che, alla luce anche degli stupri di Capodanno, la città ha bisogno di una maggiore attenzione dal punto di vista dell’ordine pubblico. Non serve essere Rudolph Giuliani, il sindaco di New York che riportò la legalità nella grande mela, ma di certo da un city manager tutti si aspettavano di più. E non solo gli esponenti dell’opposizione.

Da tempo, l’assessore alla sicurezza lombardo Riccardo De Corato, denuncia la situazione di degrado e il lassismo della giunta milanese. Comprensibile che un sindaco vada in missione all’estero e giustificato il viaggio. Sala è andato infatti a Pechino per vedere come si organizza un’Olimpiade (nel 2026 tocca a Milano e a Cortina). Tuttavia, alla luce dei fatti di cronaca, sarebbe stato più in tema un viaggio a Chicago. Quella degli anni ’30.

Foto 1 Ansa, foto 2 dal profilo Instagram di Giuseppe Sala (foto Ferdinando Mezzelani)

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.