Terzo Polo, schiamazzi da bar due rutti tra Albertini e Calenda. E in mezzo al fuoco finisce la Boschi

Botta e risposta tra Gabriele Albertini e il leader di Azione-Italia Viva, Carlo Calenda sulla mancata candidatura dell’ex sindaco di Milano nel collegio uninominale del capoluogo lombardo. In un nuovo scambio di sms, visionato dall’Adnkronos, Albertini replica alle affermazioni del leader di Azione, secondo il quale l’ex sindaco avrebbe chiesto di essere schierato come capolista malgrado tra i due non intercorressero rapporti ormai da anni.

«Come sapete», scrive Albertini nell’sms inviato ai vertici di Azione, «non ho chiesto niente, che non fosse la conferma di un offerta fattami da MEB MR… (attraverso una telefonata che Maria Elena Boschi avrebbe fatto ad Albertini per conto di Matteo Renzi, ndr). Che lui (Calenda, ndr) ha respinto col suo 50% di posti spettanti». Il che potrebbe significare, fa capire l’ex sindaco di Milano, che tra i due leader del Terzo Polo non ci sia stata interlocuzione nella scelta dei candidati. O che, pur essendoci stata, Renzi abbia accettato la candidatura di Enrico Costa da parte di Calenda.

«È vero, con Matteo Renzi la pensiamo diversamente su alcune cose. Ci sono state tra di noi delle differenze enormi. In passato l’ho attaccato e criticato. Ma oggi è l’unico che sta in maniera coerente sul nostro programma. Ha fatto per me un gesto di grande generosità facendosi di lato. Ed è l’unico che sta per davvero sull’agenda Draghi».

«Sì, non ho condiviso il governo Conte due. Abbiamo avuto una frattura dopo l’elezioni di Roma. Sono stato molte volte attaccato da Renzi e molte volte l’ho attaccato. Ma non ho mai negato che considero il suo governo un governo che ha funzionato molto bene e ha fatto delle cose importanti», ha concluso Calenda.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.