Crea sito

Stato d’emergenza, Francesco Sapia del M5S contro Conte: “soltanto per il potere”

Francesco Sapia è l’unico deputato del Movimento 5 Stelle che ha votato contro la proroga dello stato d’emergenza, approvata dal Cdm del 29 luglio. Intervistato da Italia Oggi, il grillino ha descritto un partito in evidente crisi d’identità, schiacciato sulle posizioni del Pd e gestito a distanza da Giuseppe Contetramite il fido Rocco Casalino. Il quotidiano fa notare che in due anni di legislatura sono già stati espulsi 35 rappresentanti del M5s: il conto sale a 42 se si include anche la campagna elettorale. Sapia potrebbe essere il prossimo, ma ciò non lo spaventa: “Non mi vergogno di dissentire, dopo tante battaglie combattute con la bandiera dei 5 Stelle”.

Ma perché ha votato contro la proroga dello stato di emergenza? “Non siamo in una situazione di emergenza – ha dichiarato a Italia Oggi – perciò non si capisce perché si debba mantenere un accentramento di poteri, in capo al presidente del Consiglio, che allo stato non trova fondamento nella realtà. C’è sempre tempo per deliberare l’emergenza, se dovesse presentarsi per davvero. I contagi di questi giorni sono fisiologici dopo il lockdown. Tra l’altro il virus è molto più debole. Lo dicono anzitutto i clinici, con cui parlo spesso, che sono i medici che curano i malati. Su larga scala – ha aggiunto Sapia – non è chiaro il quadro di gravissima difficoltà economica del paese. A breve la crisi sarà terribile, se non ci sarà un piano per le imprese, specie per le piccole e le medie. Non vedo la volontà politica di prendere il toro per le corna”. 

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.