Crea sito

Salvini suna la carica su Facebook: “Dopo Pasqua, si riapra tutto”. La replica degli internauti: “Basta chiacchiere, devi convincere Draghi, non noi sui Social”

Matteo Salvini sollecita Draghi e torna alla carica contro il lockdown prolungato fino a fine aprile. Lo fa con un post sui Social sollecitando il parere degli elettori e della base. Ma molte risposte, stavolta, sono piuttosto critiche con il leader della Lega.

“Oggi è il 27 marzo – ha scritto Salvinisulla sua pagina Facebook – Se dopo Pasqua, fra dieci giorni, la situazione sanitaria in tante città italiane sarà tornata tranquilla e sotto controllo, secondo voi sarà giusto riaprire bar, ristoranti, scuole, palestre, teatri, centri sportivi e tutte le attività che possano essere riavviate in sicurezza? Secondo me sì. Correre con vaccini e terapie domiciliari, e appena possibile riaprire in sicurezza: il sostegno più utile e importante, è tornare al lavoro”.

Una posizione, quella di Salvini, già ripetuta in altre occasioni. Sia quando era all’opposizione del governo Conte, che nei primi giorni del governo Draghi. E proprio su questa posizione dell’ex ministro dell’Interno, che la base Social si spacca. E molti post sono estremamente critici.

Uno dei commenti con più likes sintetizza un pensiero comune a molti elettori di centrodestra. “Devi dirlo a Draghi, in riunione, non a noi sui Social”. E proprio i commenti più frequenti contengono la frase fatidica. “Adesso stai al governo”. E ancora: “Vedremo se avrai voce in capitolo in questo governo o comandano i soliti noti”. Come pure raccoglie decine di like il commento di Federico B. “Però a sostenere il governo ci siete voi , avevate detto dopo Pasqua e invece chiusi fino al trenta aprile . E secondo me continuerete con queste misure liberticide degne di un paese del terzo mondo , rovinandoci anche le vacanze estive e la possibilità di viaggiare all’ estero. A questo punto tanto valeva tenere Conte”.

Sarebbe un errore pensare a troll grillini o del Pd. Perché, come dice Alessandra F. “Basta parole. Passiamo ai fatti caro Matteo. Adesso credo che la pazienza sia finita per tutti e la Lega ossia il mio Partito credo che ora debba avere voce in capitolo. Ora si. Ci contiamo tutti altrimenti è lo sfacelo più totale”.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.