Meloni telefona Zelensky: “Impegno dell’Italia per arrivare a una pace giusta. Presto sarò a Kiev”

Conversazione telefonica tra il presidente del Consiglio dei ministri Giorgia Meloni e il Presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky. Il cordiale colloquio ha fatto seguito alla conversazione telefonica che Meloni e Zelensky avevano avuto il 28 ottobre. Il premier  ha rinnovato il pieno sostegno del Governo italiano a Kiev in ambito politico, militare, economico e umanitario, nel ripristino delle infrastrutture energetiche e nella futura ricostruzione dell’Ucraina. Meloni ha ribadito il massimo impegno dell’Italia per ogni azione utile per arrivare ad una pace giusta per la Nazione ucraina. Lo ha reso noto Palazzo Chigi.

In queste ore delicate per l’approvazione della manovra economica, il premier non ha rinunciato a tenere vivo l’appoggio al popolo ucraino. Durante la conversazione Meloni “ha confermato la sua intenzione di recarsi a Kiev e ha invitato il presidente Zelensky a venire in visita a Roma”. Una visita a cui il presidente del Consiglio tiene molto. Lo ha ribadito poche sere fa durante l’intervista con Bruno Vespa su Rai 1: «Conto di poter andare in Ucraina nei primi mesi del 2023».  «Per diverse religioni – aveva spiegato –. Il Natale è la festa della luce. Ci sono decine di migliaia di ucraini senza luce e al freddo. Dobbiamo renderci conto di cosa questo possa significare». «Dobbiamo solo immaginare cosa possa significare spegnere tutto anche solo per un’ora: gas, luce, televisione. Questo ci può dare la misura della resistenza ucraina».

Subito dopo la conversazione il presidente ucraino ha ringraziato Meloni via twitter per il grande sostegno. Giorgia Meloni  ha poi voluto mandare un messaggio agli italiani dai suoi canali social: “Vogliamo restituire a questa Nazione l’ottimismo e l’orgoglio che merita. Perché c’è un’Italia che vuole credere, che vuole combattere al nostro fianco; che vuole alzare la testa, che vuole andare avanti e che vuole crescere. E noi lavoriamo per ridare futuro e visione alla nostra amata terra”.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.