La studentessa del Salice Salentino: “Non dobbiamo sporcare la terra, ma aiutarla”. E Calcagni a ith24: “ll miglior mezzo per educare è l’esempio” (Video)

By ith24

“Non dobbiamo sporcare la Terra, ma aiutarla” così scrive Fatima, studentessa della terza elementare dell’Istituto comprensivo di Salice Salentino (LE), nel corso di un laboratorio sui cicli vitali delle piante tenuto da Officine Arca APS a Guagnano, nel giardino della Casa della Bontà, ex scuola materna della Parrocchia, ora sede di Arca ed altre associazioni del territorio.

Ripresa di Guagnano – Casa della Bontà

Il giardino e gli ambienti della struttura sono stati rigenerati dagli operatori e dai volontari presenti e grazie a loro sono nate così le aule laboratoriali ed un orto sinergico in cui i bambini passano dala teoria direttamente alla pratica dedicandosi alla coltivazione.
Una restituzione al territorio e, contemporaneamente, la valorizzazione del territorio, frutto della sinergia tra la Parrocchia di Santa Maria Assunta, nella persona di Don Cosimo Zecca, Caritas Nazionale ed Officine Arca, con cui è stato realizzato il progetto “TerrArte”, ossia: educazione ambientale attraverso le arti. BioTeatro, Kids Go Green e Coltiviamoci sono i laboratori presenti in struttura per i bambini ed i ragazzi.

Ieri è toccato agli studenti delle terze elementari dell’Istituto comprensivo di Salice Salentino e Guagnano che insieme alle Maestre ed al Dirigente Serra, hanno “vissuto” il giardino con la loro energia, piantando infine 100 bulbi di Narciso che vedranno, via via, crescere nel corso dei prossimi incontri, già programmati anche per il nuovo anno.

A completare la giornata i libri a tema ambiente, messi a disposizione della Biblioteca delle “Terre del Negroamaro” e delle “Terre d’Arneo”, sempre di Guagnano. Una rete di soggetti operativi sul territorio che ha come missione quella di educare al rispetto ed alla cura dell’ambiente, proprio come espresso nell’Enciclica di Papa Francesco “Laudato Sii” nel definire il nostro pianeta come una “casa comune” che dev’essere di Tutti e per Tutti.
“Tutto questo dimostra che INSIEME possiamo fare tanto – dice Carlo Calcagni, originario di Guagnano, Colonnello del Ruolo d’Onore dell’Esercito Italiano a ith24 – e che UNITI si vince sempre e comunque. Il miglior mezzo per educare è l’esempio e possiamo essere d’esempio solo facendo il nostro dovere: se vuoi che qualcuno faccia qualcosa, inizia a farla tu per primo e dimostra a tutti come si fa. Ecco perché ho proposto anche al Dirigente scolastico dell’istituto comprensivo Salice Salentino – Guagnano, il mio progetto: Mai Arrendersi, ormai noto in ogni angolo d’Italia, che può contribuire ad avere una società migliore, stimolando importanti momenti di riflessione su un sano stile di vita, fondato sul rispetto di valori importanti per i quali tanti miei colleghi hanno perso la vita o, come me, hanno riportato danni permanenti nell’adempimento del dovere”. Conclude Calcagni.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.