La nuova base militare deve nascere a Coltano. Ecco perché

La decisione del Governo di costruire una nuova grande base militare in quel di Coltano (Pisa), a ridosso del Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli, ha suscitato moltissime polemiche e la discussione è finita in Parlamento, grazie a un’interpellanza urgente presentata Yana Chiara Ehm (Gruppo Misto) e altri deputati.

Per Palazzo Chigi ha risposto il sottosegretario Rossano Sasso (Istruzione), che ha definito “strategica” la scelta di quel luogo specifico, vicino all’aeroporto di Pisa (adiacente la base militare della 46^ Brigata Aerea). In altre parole il Governo ha confermato di voler procedere spedito su questo progetto. Il Governo, come ha chiarito il sottosegretario, ha spiegato che il Dpcm firmato dal presidente del Consiglio semplifica le realizzare la base anche se il progetto dovrà essere sottoposto alla (Via) Valutazione di impatto ambientale.

La polemica intanto va avanti. Il 4 maggio a Firenze è previsto un faccia a faccia tra i vertici militari e le autorità civili interessate (Regione Toscana, Comune di Pisa ed Ente Parco), mentre più avanti il sindaco della città della Torre, Michele Conti, vedrà il ministro della Difesa Guerini.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.