Il Papa: “fare figli è patriottico”. Ma nessun giornale gli dà importanza. Perché parla come Giorgia Meloni?

Papa Francesco ha ricevuto lunedì in udienza Confindustria. Si è parlato di dignità del lavoro ma il Pontefice ha voluto porre l’accento sulle donne che fanno figli e che sono costrette a lasciare l’impiego: “Alle volte, una donna che è impiegata qui o lavora là, ha paura a rimanere incinta, perché c’è una realtà (non dico tra voi, ma c’è una realtà): appena incomincia ad avere la pancia, la cacciano via. “No, no, tu non puoi rimanere incinta”.

“Per favore – ha continuato il Papa – questo è un problema delle donne lavoratrici: studiatelo, vedete come fare che una donna incinta possa andare avanti, sia con il figlio che aspetta e sia con il lavoro”. Bergoglio ha ribadito che è “un brutto inverno demografico, che va contro di noi e ci impedisce questa capacità di crescere. Oggi fare i figli è una questione, io direi, patriottica, per portare il Paese avanti”.

“Ma quella frase – continua Roccella – oggi ha tutt’altro senso, ed è importante capirlo. Un paese che non fa più figli (e gli italiani sono tra quelli che ne fanno meno) è una comunità in sofferenza, incapace di proiettarsi nel futuro, di nutrire speranza nel domani, di far vivere la continuità e la solidarietà generazionale. E’ un paese che non può godere di un vero sviluppo economico, perché i giovani non sono solo forza lavoro, sono anche quelli che sanno rischiare, immaginare, innovare, sperimentare. Un paese che non fa figli si incarta inevitabilmente su se stesso, inaridisce. E chi quel paese lo ama non può non vedere il pericolo. E’ questo che il Papa ci vuole dire, e noi siamo completamente con lui”.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.