Covid al G20, alta tensione: la portavoce di Biden è positiva

L’ombra di un insospettabile cluster per i partecipanti al G20 aleggia in queste ore a Roma. Infatti, come da notizia giunta nella notte da Washington, la portavoce del presidente Joe Biden, Jen Psaki è risultata positiva al Covid 19.

Ad annunciarlo lei stessa con una nota. La Psaki ha spiegato di aver preso la decisione di mettersi in quarantena dopo aver constatato la positività al’interno della sua famiglia. ”Dopo essere risultata negativa per quattro giorni, oggi sono risultata positiva. Tuttavia ho visto il presidente Biden l’ultima volta martedì e con altri membri dello staff non ho contatti da mercoledì”. Psaki ha detto di stare bene e che “grazie al vaccino ho avuto solo sintomi lievi che mi hanno permesso di continuare a lavorare da casa”.

Joe Biden, che il 20 novembre compirà 79 anni, come risulta dalle immagini e dai video, ha incontrato gli altri Capi di Stato senza mascherina e senza precauzioni o distanze. In particolare, molti osservatori hanno notato i contatti molto stretti avuti dal presidente americano con Papa Francesco durante la visita in Vaticano. Un incontro cordiale e molto intimo. I due si sono parlati a lungo a stretto contatto.

La cosa allarmante è che Biden sapeva perfettamente che la sua portavoce era a rischio di aver contratto il Covid, come ha spiegato la stessa Psaki, spiegando di essere rimasta in America per motivi precauzionali, dato che nella sua famiglia c’erano stati casi di Covid. «Ho visto il presidente l’ultima volta martedì, e ci siamo seduti fuori a più di due metri di distanza e indossavamo mascherine », ha detto.

Anche nel suo incontro con il pontefice, Biden ha parlato a lungo senza mascherina e molto vicino. «È un uomo di grande empatia. Comprende che gran parte della cristianità è aprirsi e perdonare». Così il presidente Usa ha risposto a una giornalista che gli ha chiesto cosa ha provato quando Papa Francesco gli ha detto, secondo la ricostruzione fornita nei giorni scorsi dallo stesso presidente, che lui può continuare a fare la comunione, nonostante l’opposizione dei vescovi conservatori americani.

“Molto di questo è personale, Papa Francesco è una persona che ha portato conforto alla mia famiglia”, ha detto ancora raccontando, in modo visibilmente commosso, di quando il Papa ha incontrato l’intera famiglia Biden durante il suo viaggio negli Stati Uniti nel 2015, poco dopo la morte del figlio Beau, stroncato da un tumore al cervello.

Ieri, intanto,un sondaggio della Nbc ha registrato un nuovo calo della popolarità di Biden, ora al 42%, rispetto al 53% dello scorso aprile. Un record negatico nella storia americana.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.