Crea sito

Conte e Letta vogliono vincere facile e puntano dove sperano di vincere, ma nessuno dei due vuole candidarsi a Roma

La paura fa novanta, 45 a testa, per la precisione, volendo suddividere per due la fifa “politica”tra Giuseppe Conte ed Enrico Letta. Il primo, presunto re dei sondaggi nel centrosinistra pidi-grillino, il secondo, uomo della Provvidenza arrivato da Parigi con squilli di trombe a salvare il Pd. Entrambi, però, molto cauti se si tratta di affrontare le urne: con due collegi liberi per le suppletive, a Roma e Siena, nessuno dei due vuole vincere “difficile”, o magari rischiare di perdere, nella sfida della Capitale, ma tutti e due preferirebbero la rassicurante Siena “la rossa” per tornare (Letta) in Parlamento, o entrarci (Conte) per la prima volta.Tutte le paure dellex premier grillino sono condensate nelle dichiarazioni del deputato M5S ed ex viceministro dello Sviluppo Economico Stefano Buffagni. “Roma? No, meglio candidarlo a Siena…”.

“Conte candidato al Parlamento nel collegio romano lasciato libero da Emanuela Del Re? “E’ una scelta che farà Conte, io spero che la valuti. Io però non vorrei mai candidarlo in un collegio difficile, questo lo dico politicamente, valuterà lui, io nel dubbio chiederei di candidarsi a Siena”, ha detto oggi a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, Stefano Buffagni. Ma come? Il più amato, il più rimpianto, ha paura di candidarsi nella Capitale?

Se Letta decidesse di rientrare in Parlamento, opterebbe lui per Siena “la rouge“, collegio nel quale era stato incoronato Padoan, e a Conte non resterebbe che la periferia romana, Primavalle, seggio lasciato vuoto dalla deputata grillina Del Re nominata rappresentante speciale dell’Ue per il Sahel. E il segretario dem potrebbe correre per sostituire Padoan a Siena, anche se Giuseppe Conte non sarebbe del tutto convinto. Ovvero candidarlo nel collegio uninominale di Roma Primavalle alle elezioni suppletive dopo la nomina dell’attuale deputata dei 5 Stelle Emanuela Del Re a rappresentante speciale dell’Ue per il Sahel. Letta a Siena? “È un’ipotesi – ha detto il segretario Pd ospite di Porta a Porta – soprattutto i senesi del Pd mi hanno cercato e vorrebbero che io andassi lì, però non è la mia prima priorità. Non ho ancora preso in considerazione l’idea. Ci ragioneremo. Siccome io sono pisano…senesi e pisani hanno in comune una cosa fondamentale…”.

Anche Conte e Letta, a quanto pare, hanno in comune una cosa: la paura di perdere.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.