Aborto, la solidarietà di Giorgia Meloni a Signorini: “vittima di un linciaggio dagli stessi paladini dei diritti”

“In queste ore, Alfonso Signorini è vittima di un vero e proprio linciaggio online per aver espresso un’opinione – che può essere condivisibile o meno – sull’aborto. Mi rammarica apprendere che, questa aggressione a suon di offese e insulti, provenga e sia fomentata dagli stessi che si ergono a paladini del rispetto e dei diritti. La mia solidarietà ad Alfonso Signorini: in democrazia non può esistere un pensiero unico.Fatevene una ragione”. Con questo pensiero espresso da Giorgia Meloni dai suoi profili social, la leader di Fratelli d’Italia ha espresso tutta la sua vicinanza al conduttore del GfVip, crocifisso sui social dopo avere espresso la sua opinione.

“Siamo contrari all’aborto in ogni sua forma”, queste le parole pronunciate da Alfonso Signorini in diretta al “Grande Fratello Vip” sul finale di puntata andata in onda il 15 novembre su Canale 5. Parole pronunciate mentre il padrone di casa dialogava con il concorrente Giucas Casella. Subito si scatenano i furori: “Noi chi? A nome di chi parla?” scrivono con rabbia gli intolleranti delle opinioni altrui. Tra i vip Mannoia e Lucarelli, Anna Foglietta sono le prime ad attaccare Signorini. Il conduttore e direttore di Chi, un’icona quando si tratta di difendere i diritti Lgbt diventa improvvisamente un “troglodita” nei commenti piovutigli addosso quando parla di aborto.  Il polverone mediatico che si è sollevato dimostra chiaramente che viviamo in una società in cui vige già una dittatura del pensiero unico.  Lo scrive su Twitter l’associazione Pro Vita. Vietato dirsi contrari all’aborto.

La polemica è virulenta e non si placa.  Giunge intanto  un post su twitter della  Endemol Shine Italia, società produttrice del Grande Fratello Vip, che prende le distanze dalle affermazioni di  Alfonso Signorini. L’aborto “è diritto di ogni donna sancito dal nostro ordinamento. Pur rispettando le posizioni di ognuno, come Endemol Shine Italia esprimiamo la nostra distanza dalla personale posizione” di Alfonso Signorini. “In tutte le comunità e in tutti i gruppi di lavoro le opinioni possono essere diverse – dice Endemol -: e Grande Fratello si distingue da sempre per essere attento a tutte le evoluzioni della società e al rispetto dei diritti civili”.

Nessun passo indietro da Alfonso Signorini che in un tweet telegrafico risponde alla nota di Endemol: “Tra i diritti civili per i quali mi batto sempre ci sono il rispetto e la difesa della libertà di pensiero. Un principio che difendiamo, anzi difendo, con assoluta fermezza. Indipendentemente dai miei gruppo di lavoro”. “Alfonso ha fatto benissimo ad esprimere la sua idea in modo chiaro nel corso della puntata del Grande Fratello: non deve chiedere scusa proprio a nessuno”. E’ il pensiero che Paolo Brosio esprime all’Adnkronos intervenendo nell’accesa polemica social. Sull’uso del ‘noi’ da parte del conduttore del Gf Vip nell’esprimere la propria opinione, Brosio osserva: “Forse intendeva ‘noi’ che abbiamo una formazione cattolica, perché so che anche Alfonso è molto devoto”.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.