Crea sito

A Napoli è vietato festeggiare come cazzo gli pare, va in pensione e ordina una torta col volto di Mussolini: alla sinistra vengono le coliche e scatena l’inferno

Un dipendente della Municipalità, Nunzio Vitolo, va in pensione e viene festeggiato con una torta con il volto di Benito Mussolini. Un gesto troppo “nostalgico”, per la sinistra, che come in altre occasioni  scatena la bagarre e chiede perfino provvedimenti disciplinari per dare una sonora lezione a quella che era stata solo una festa goliardica.

E’ successo nella sede della Quarta Municipalità di Napoli (San Lorenzo, Vicaria, Poggioreale, Zona industriale) di via Gianturco. Video e foto girati nella circostanza hanno trovato rapida diffusione sul web, scatenando le reazioni indignate di molti. Tra questi anche il presidente della Quarta Municipalità, Giampiero Perrella, che ha annunciato un’indagine interna assieme alla Direzione amministrativa della Municipalità per accertare i fatti e sanzionare i responsabili.

“E’ inaccettabile e deplorevole quanto accaduto nella sede municipale di Gianturco, dove – ha dichiarato  – qualcuno ha pensato bene di violare la sacralità dell’istituzione democratica celebrando una festa di pensionamento con una torta che richiama Benito Mussolini.

Sia io in qualità di presidente che la mia Giunta prendiamo le distanze e condanniamo un gesto oltraggioso e anticostituzionale”. Perrella si dice ancor più rammaricato “che il tutto sia accaduto a pochi passi da alcuni luoghi simbolo per il quartiere e per la città della Resistenza al nazifascismo e a pochi giorni dalla Giornata della Memoria che vede questa Amministrazione municipale da sempre impegnata in prima linea per onorare le vittime innocenti della Shoah, di cui il regime mussoliniano si è reso complice e colpevole”.

Lui, Nunzio Vitolo, ha confessato di essersi emozionato per la sorpresa: “Grazie ad Enzo Morra consigliere Municipalità 4 e coloro che hanno collaborato con Me e reso Protagonista grazie alla loro competenza. Non volevo emozionarmi , ma l’emozione c’è stata”, ha scritto sul profilo Fb. Emozionato per la pensione, non per Mussolini, avrebbe dovuto specificare per evitare la polemica?

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.