Crea sito

A Genova i ristoratori protestano contro le chiusire. Investita una donna

Momenti di tensione e un ferito nel corso della protesta dei ristoratori in piazza a Genova oggi pomeriggio contro le chiusure imposte dalle normative anti-covid e dalla zona arancione. Sono oltre mille i lavoratori che hanno invaso il centro città bloccando il traffico tra cartelloni, fischietti e fumogeni per chiedere attenzione per il settore, in ginocchio dopo quasi un anno di chiusure a singhiozzo.

“Quando l’ingiustizia diventa legge la resistenza diventa dovere”, recita uno degli striscioni portati in piazza dagli addetti del settore che chiedono di poter lavorare in sicurezza. Il gruppo si è mosso da piazza Corvetto sotto la sede della prefettura, dopo un iniziale presidio, per le vie del centro di Genova arrivando a bloccare il traffico anche sulla sopralevata cittadina.

Al corteo si sono uniti anche i lavoratori delle discoteche e addetti del commercio. I ristoratori sono passati sotto la Questura e davnati al palazzo della Regione Liguria, dove hanno incontrato alcuni rappresentati della giunta Toti. Misure che la Regione Liguria ha subito, imposte dal governo a colpi di Dpcm.

“Oggi finalmente Genova è scesa in piazza, ci sono tanti colleghi, addetti ai lavori. Speriamo di ottenere qualcosa, siamo in tanti arrivati da diverse zone della Liguria, anche dall’entroterra con tanti colleghi che per primi si sono dati da fare. Speriamo che questa volta si possa lasciare un segno”. Così lo chef stellato genovese Ivano Ricchebono oggi in piazza a Genova per aderire alla manifestazione dei ristoratori contro le contro le chiusure previste dalle normative anti-covid.

“Vogliamo tornare a lavorare come è nostro diritto – sottolinea – avere dei ristori per le perdite che abbiamo avuto. Non lavoriamo a cena da tanto, troppo tempo. Ogni tanto si sente dalle autorità l’idea che si possa aprire in zona gialla a pranzo e cena e in arancione solo a pranzo. Per noi sarebbe già qualcosa”.

Il corteo ha vissuto momenti drammatici quando un’auto ha forzato il blocco dei manifestanti all’altezza di Piazza della Vittoria e ha investito una ragazza. Secondo Primo Canale, la giovane è stata portata in codice giallo al Galliera. L’uomo alla guida del mezzo è però stato preso di mira da alcuni manifestanti. Quest’ultimo si è dato alla fuga abbandonando la vettura. Al momento è ricercato, i carabinieri tuttavia lo avrebbero già identificato.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.