[Voto Regione-Comuni] È guerra totale col governo E le Regioni scrivono a Mattarella, scomparso da tempo…

By Fabio Vacca (per ith24)

È una vera e propria guerra sulla data delle prossime elezioni regionali e comunali, slittata a causa del coronavirus. Il governo giallorosso preme per il 20 settembre. Ma 5 regioni dicono no: il governo slitta al 20 settembre per opportunità politica. E scrivono direttamente al silente capo dello Stato Sergio Mattarella, scomparso dopo lo scandalo Bonafede (scarcerazioni) e Palamara (magistratura corrotta e di parte, come dimostrano le intercettazioni). No che Mattarella centri qualcosa, per carità, ma il suo silenzio è apparso molto strano.

E tornando alle elezioni fissate per il 20/21 settembre, i giallorossi sembrano irremovibili: non si torna indietro. Sulla scorta di questo ultimatum, le Regioni alzano il tiro. Al punto che hanno scritto, come anzidetto al presidente Mattarella.

“Riteniamo inopportuna la fissazione di una data che pregiudichi la riapertura delle scuole”. Tuonano i presidenti di Veneto, Liguria, Marche, Campania e Puglia.

E ancora. “La durata certa degli organi legislativi è un principio fondamentale dello Stato democratico tant’è che la Costituzione stessa prevede tempi certi per la ricostituzione delle Camere e divieto di proroga delle stesse se non in caso di guerra”.

Infine, chiosano i givernstori: “la decisione del governo, che può essere giustificata soltanto da ragioni sanitarie ed emergenziali, rischia di assumere  i contorni di una decisione politica che è basata sulla convenienza di parte, che non può giustificare la compressione dell’autonomia legislativa regionale e del diritto di voto degli elettori”.

E a Mattarella: “Rimetta al centro l’interesse pubblico alla tutela della salute e il principio democratico sul quale la Repubblica si fonda”.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.