Verstappen da sogno in Ungheria. Ferrari sbaglia strategia e si gode lo spettacolo giù dal podio

Max Vestappen vince il gran premio di Ungheria e lo fa in maniera netta e autoritaria nonostante sia partito in decima posizione. Il campione del mondo della Red Bull ha conquistato la vittoria davanti alle due Mercedes del redivivo Lewis Hamilton (che ha anche fatto registrare il giro veloce in pista) e George Russell. Solo quarto lo spagnolo Carlos Sainz, sesto Charles Leclerc che ha pagato caro l’ennesimo errore del box del Cavallino.

Altra prova deludente della Ferrariche perde così ancora ulteriore terreno da Red Bull e che vede avvicinarsi pericolosamente anche la Mercedes, ora a meno dieci dalla rossa in classifica costruttori. Non solo, perché Leclerc sta vedendo così sfumare la possibilità di poter vincere il Mondiale piloti essendo ormai a distanze siderali da Verstappen che si è imposto nonostante i problemi di inizio gara e un testacoda al 42° giro (di 70) che poteva costargli caro.

Gara amara soprattutto per Charles Leclerc che a causa di una strategia molto strana, l’ennesima, da parte del box Ferrari ha gettato alle ortiche la possibilità di tentare il podio e il giro veloce. L’olandese ora vanta la bellezza di 80 punti di vantaggio sul pilota monegasco della Ferrari che vede ora avvicinarsi anche i vari Sergio Perez e Carlos Sainz ormai distanti solo una manciata di punti.

La Ferrari ha sbagliato decisamente la scelta delle gomme per Leclerc costrigendolo a rientrare al 55esimo giro, terza sosta odierna per lui, per montare gomme soft e tentare il giro veloce per avere il punto addizionale. Questa mossa, però, non solo non gli ha fatto conseguire il giro veloce, messo a segno da Hamilton, gli ha anche tolto la possibilità di arrivare sul podio perdendo per quella sosta tre posizioni dal terzo al sesto posto. Leclerc, inotre, al giro 45 ha dovuto subire anche il sorpasso da parte di Verstappen visto che in quel momento il monegasco aveva inaspettatamente gomme dure che si sono usurate tantissimo nel corso della gara.

La F-75 ha dimostrato di essere un’ottima vettura in questa stagione, peccato che alcuni errori individuali, affidabilità e scelte sbagliate da parte del box hanno minato la possibilità di poter vincere il titolo costruttori e piloti che ad oggi sembrano una chimera a meno che la Red Bull e Verstappen inizino a perdere punti a valanga da qui ai prossimi gran premi

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.