Ue, Meloni: la mossa che “tenta” Ursula von der Leyen

Giorgia Meloni si fa sentire in Europa: con l’uscita dell’ex premier ceco Andrej Babis dai liberali si riducono i margini della maggioranza Ursula. Di qui la mossa della premier, che starebbe aumentando la pressione sul Ppe, chiedendo di scegliere tra lei, quindi i Conservatori, e i Verdi per avere un numero di voti sufficiente a garantire la rielezione di Ursula von der Leyen alla presidenza della Commissione. In ogni caso, non manca molto alla decisione delle nomine dei nuovi vertici in Europa: il Consiglio europeo si riunirà la prossima settimana. 

Un episodio che inciderà molto sulla scelta finale è avvenuto ieri, quando l’ex premier ceco ha annunciato l’uscita della sua forza politica, “Ano 2011”, dal partito liberale Alde. Questo di conseguenza porterà i suoi sette eurodeputati a lasciare il gruppo Renew Europe. Gli effetti di questa decisione potrebbero rivelarsi fondamentali nella creazione dei nuovi equilibri in Europa. Innanzitutto Babis potrebbe dar vita a un nuovo gruppo con gli altri leader Visegrad, come l’ungherese Viktor Orban e lo slovacco Robert Fico. In secondo luogo, il raggruppamento guidato dai macronisti potrebbe cedere definitivamente ai conservatori il terzo posto all’Eurocamera. E infine, la “coalizione Ursula” formata da popolari, socialisti e liberali perde in questo modo dei seggi, scendendo così sotto i 400 e facendo assottigliare il margine di sicurezza sul quorum per la maggioranza, che è 361. 

Questo scenario, come si legge su La Stampa, potrebbe costringere i leader della “coalizione Ursula” a cercare un appoggio per evitare la bocciatura della prossima presidente della Commissione, nel caso in cui si decidesse di puntare su Von der Leyen. E l’appoggio potrebbe arrivare proprio dalla Meloni, che per questo starebbe intensificando il pressing sui popolari: “Devono scegliere tra noi e i Verdi”. 

Pubblicato da edizioni24

Pubblicato da ith24.it - Per Info e segnalazioni: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.