Tremonti mette rosso in faccia alla De Gregorio: “Signora, studi la Costituzione, le mando le fotocopie!” Che figura di…

L’ex ministro Giulio Tremonti, con i suoi toni garbati, non può fare a meno di smascherare la faziosità dell’ex direttore dell’Unotà Conchita De Gregorio, che sulla Sette lo intervista denotando gravi lacune nella conoscenza della recente storia italiana. Nel duello a distanza sui ritardi dell’Italia sul fronte energetico, Tremonti ricorda i disastri della riforma del titolo V della Costituzione, portata avanti a maggioranza dal centrosinistra e alla base dei problemi di approvvigionamento emergetico dell’Italia. “La Costituzione l’hanno votata un po’ tutti, non è la Costituzione della sinistra”. “No, signora, ,a modifica del titolo V della Costituzione è stata votata dal centrosinistra, è agli atti, si documenti, se vuole le mando la fotocopie. Tutta la macchina politica che è stata raccontata non sta in piedi”.

“Le volevo assicurare che nel 2001 ero già nata e quindi mi ricordo cos’è accaduto. Ribadisco che la Costituzione non la può cambiare una sola forza politica”. “Signora, è stata cambiata con una maggioranza minima ma dal centrosinistra“. Imbarazzo in studio, anche da David Parenzo, poi i conduttori decidono di voltare pagina.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.