“Tour per la Vita”, Calcagni: “Sono italiano, un padre, un soldato…”

Col. Carlo Calcagni

Ecco il messaggio del Colonnello del Ruolo d’Onore Carlo Calcagni a Lioni per il suo “Tour per la Vita”

By Carlo Calcagni

Sono un cittadino italiano, un padre, uno sportivo, un uomo ed un soldato che, nonostante tutto e tutti, si fa in quattro per gli altri.

La malattia mi ha distrutto, ma non mi ha sconfitto, né mi ha cambiato in peggio, anzi, sono riuscito a trasformare anche il male in qualcosa di buono.
Mi rivolgo, spesso, ai ragazzi e li esorto a non abbattersi, per alcun motivo.
È necessario credere sempre in sé stessi. Andare avanti, fino in fondo, sempre e comunque, perché la vita è un dono meraviglioso e noi tutti abbiamo il diritto ed il dovere di viverla, cercando di lasciare una traccia della nostra esistenza, anche a costo di dover lottare.

Solo così possiamo dare un senso “anche” alla sofferenza: soffrire, lottare, crederci e mai arrendersi!

Quando la VITA ti mette davanti una strada che non ti saresti mai aspettato di dover percorrere, una strada fatta di DOLORE, RINUNCE, OSTACOLI, non hai che da scegliere il tuo percorso ad un bivio:
ARRENDERTI e CEDERE all’attesa silenziosa di una FINE ineluttabile,

oppure continuare a CREDERE e CORRERE incontro ai tuoi SOGNI, per renderli capaci di SUPERARE le DIFFICOLTÀ.

Se scegli questa via, non puoi nasconderti, ma hai il DOVERE di URLARE a chi non SPERA più ed a quanti credono che non sia più POSSIBILE, che INSEGUIRE un OBIETTIVO, nonostante la FATICA, il TIMORE, le INCERTEZZE, nonostante i DETRATTORI, è ciò che ti permette di andare avanti, sempre e comunque.

Farsi PORTAVOCE e TESTIMONE di una SOFFERENZA che non vince sulla VITA, è insieme il DOVERE e l’ONORE più grande che un Uomo possa DESIDERARE ed è, per me, ENERGIA VITALE per continuare a trasmettere un MESSAGGIO di SPERANZA ai miei figli, a chi mi VUOLE BENE ed a chi LOTTA ogni giorno contro la RESA!

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.