Sondaggi, il centrodestra grazie a FdI vola: straccia la rimasuglia di sinistra di 20 punti percentuali

Anche l’ultimo dei sondaggi lo attesta chiaro e forte: a poco più di un mese dalle elezioni il centrodestra avanza spedito, nettamente avanti al Pd di Letta e al terzo Polo. Un trend ormai inequivocabilmente sancito dalla matematica percentuale di quasi tutte le ultime rivelazioni che oggi anche l’indagine Tecné assevera a suon di numeri e riscontri: la coalizione formata da Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia vola alto, verso quota 50%. Di contro, l’adunata di sinistra arranca alle sue spalle annaspando in palese difficoltà. Non solo. Sempre stando ai dati rilevati dal sondaggio in esame, anche i centristi per forza sono chiamati a un bagno di realtà. Anzi, alla doccia fredda delle ultime rilevazioni: quelle che danno Azione e Italia Viva sotto quota 5%

Insomma, quasi un italiano su due dichiara di posizionarsi al centrodestra e di schierarsi con Meloni-Salvini e Berlusconi. Di più: stando alle rilevazioni di Tecnè, i numeri segnalano addirittura un’avvincente sfida nella sfida tra gli stessi alleati, con l’ottima performance di Forza Italia – gli azzurri di Silvio Berlusconi sono dati all’11,4% – pronta a competere fino all’ultimo voto con il Carroccio al 12,9%In pole position, invece, il partito di Giorgia Meloni, saldamente al 24,3% e in testa alla stessa alleanza.

Brutte notizie invece dal fronte opposto, dove il Partito Democratico, insieme agli altri partiti dell’adunanza abbozzata al foto finish, raggiunge a malapena il 30%. Il Movimento 5 Stelle si aggira attorno al 10% (10,2% per l’esattezza), depauperato e smembrato da mesi di lotte fratricide, cannibalismo frondista, esodi e diatribe legali. Ma se i grillini piangono, di certo i pur volenterosi Calenda Renzi non ridono: nonostante la sicurezza ostentata a suon di pistolotti e bocciature, tra polemiche interne e strategie nel mirino, Azione e Italia Viva racimolano solo il 4,8%.

Non solo. Come riferisce il sito de Il Giornale in queste ore, anche il recente sondaggio firmato Termometro Politico valuta il centrodestra al 46,2%. Anche in questo caso, la coalizione risulta capitanata dal lusinghiero risultato conseguito da Fratelli d’Italia (24,3%). Niente da fare, anche per questa indagine demoscopica, almeno per il momento, per l’accozzaglia guidata da Letta: il centrosinistra non va oltre il 28,1%, nonostante il Partito Democratico stimato al 23,5%. Infine, questo sondaggio assegna un puntarello in più al Movimento 5 Stelle (quotato all’11,2%), e qualche decimo di percentuale al Terzo polo, che starebbe al 5,4%.

L’ultima conferma di un trend a netto favore della coalizione di centrodestra arriva infine dai sondaggi di Ipsos che, a suon di cifre e virgole, e pur tenendosi cautamente su numeri al ribasso, asseverano la delusione in vista per il Terzo Polo. Come riferisce sempre Il Giornale online, infatti, «interpellato dal SussidiarioEnzo Risso (direttore scientifico dell’istituto) colloca l’alleanza Calenda-Renzi tra il 3,9% e il 4,5%. Le intenzioni di voto, pure qui, portano buone novelle al centrodestra: “La coalizione è tra il 46 e il 48%. FdI è tra il 22-23%, Lega 14-15%, FI 7-8%”. Quasi 20 punti percentuali di vantaggio su Partito Democratico & Co.: “Il Pd è al 23%, con gli alleati – Sinistra italiana, +Europa, verdi, Di Maio – arriva al 29,5%”».

La foto riproduce il prototipo di scheda elettorale che verrà inviata agli italiani all’estero.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.