Crea sito

Solidarietà a Sanremo L’aiuto a Paolo Palumbo è una truffa Indaga la Guardia di Finanza

By Francesca Amato (per ith24)

La solidarietà è sempre un gesto nobile soprattutto quando la si porta all’attenzione di un pubblico come quello di Sanremo. Infatti, sul palco dell’Ariston è stata forte la presenza di Paolo Palumbo, anzi. Forse uno dei momenti più apprezzati dal pubblico. Il ragazzo affetto da sclerosi multipla si era proposto con un brano ma la sua canzone non era stata ammessa. Ma nonostante l’esclusione, Amadeus l’ha voluto comunque sul palco per raccontare parte della sua storia. Una vita fatta di sofferenze a causa della sua malattia.

Ma da tutto questo ambaradan La Nuova Sardegna, scrive di un’indagine per truffa aperta dalla Procura della Repubblica di Oristano. Fatti che risalgono a circa un anno fa, quando Paolo Palumbo si propose ad una raccolta fondi online per chiedere aiuto nella sua rincorsa alla speranza, affinché provare le cure sperimentali Brainstorm, una terapia non ufficiale e molto costosa,portata avanti da un echipe in Israele. Una cura per la quale gli sarebbe servito almeno mezzo milione di euro. Una cifra che avrebbe voluto raggiungere attraverso questa raccolta fondi.

Ma solo qualche settimana addietro viene alla luce che i protocolli medici ufficiali seguiti da Palumbo non avevano mai autorizzato i contatti con le strutture israeliane per avviare la terapia Brainstorm. E nonostante la raccolta fondi sia arrivata a poco più di 142mila euro, dopo la notizia della truffa si è subito fermata. L’azione è nelle mani della polizia postale, che sta effettuando tutti gli accertamenti del caso, per verificare cosa si celi realmente dietro questa storia. Una storia incredibile che ha dell’assurdo.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.