Sicilia, il sondaggio di Euromedia che inchioda la sinistra: Musumeci vola al 49%, solo con lui si batte il centrosinistra

Il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, se si ricandidasse alle prossime regionali, otterrebbe il 46,8 per cento dei voti. Con picchi del 49 per cento. L’ottima performance del governatore di Fratelli d’Italia emerge da un sondaggio Euromedia Resaerchcommissionato da Diventerà bellissima ad Alessandra Ghisleri.

Al secondo posto ci sarebbe la candidata alle primarie di centrosinistra Caterina Chinnici, con il 37,6 per cento. Mentre Cateno De Luca di Sicilia Vera si fermerebbe al 12,1 per cento. Il 3,5 per cento dei votanti darebbe il proprio consenso a Fabrizio Ferrandelli, ma quest’ultimo, consigliere comunale di Palermo, non è candidato. Molto alta la percentuale di indecisi o di astensionisti, che si attestano al 39,3 per cento.

Nel caso in cui, nel prossimo autunno, il candidato del centrodestra fosse il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè e quello del centrosinistra Caterina Chinnici, vincerebbe l’eurodeputata con il 40 per cento. In questo caso, infatti, Miccichè si fermerebbe al 38,4 per cento. A seguire Cateno De Luca con il 16 per cento e Fabrizio Ferrandelli con il 5,6 per cento. La domanda posta agli elettori era: ” dovesse scegliere il presidente della Regione siciliana, tra i seguenti personaggi lei a chi darebbe il suo voto?”. I dati interessanti che dovrebbe orientare il centrodestra a puntare sul governatore uscente. Candidato di Fratelli d’Italia, sul quale però gli alleati non hanno ancora sciolto le riserve.

“Fa riflettere che anche il sondaggio della Ghisleri, di indiscussa autorevolezza, confermi la tendenza emersa nelle ultime altre tre indagini demoscopiche”,  commenta a caldo Musumeci. “Spero che il centrodestra con il suo lungo e inspiegabile silenzio non si impegni ancora a sovvertire ogni favorevole sondaggio. Restiamo comunque con i piedi per terra a lavorare Con lo stesso impegno fino all’ultimo giorno di questa legislatura”.

Se i due competitor principali, invece, fossero l’ex ministra forzista Stefania Prestigiacomo e l’eurodeputata Caterina Chinnici, vicina al Pd, sempre secondo il sondaggio di Euromedia Research, vincerebbe la figlia del giudice ucciso dalla mafia nel 1983. Gli elettori chiamati a rispondere hanno votato per il 41,1 per cento per Chinnici e per il 38,3 per cento per la deputata del partito di Berlusconi. A seguire Cateno De Luca con il 16,2 per cento. Ma a “vincere” sarebbe l’astensionismo. Perché il 47,6 per cento degli elettori non andrebbe a votare.

Ultima ipotesi: duello tra Caterina Chinnici e Raffaele Strancanelli, entrambi eurodeputati. Anche in questo caso ad avere la meglio sarebbe la figlia del magistrato. Per Chinnici voterebbe il 41,4 per cento degli elettori, mentre per Stancanelli voterebbe il 32 per cento dei votanti. A seguire Cateno De Luca di Sicilia Vera con il 20,3 per cento. Gli astensionisti sarebbero il 51,2 per cento.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.