Crea sito

Sciagura Conte Dopo la fuga di notizie sulla chiusura della Lombardia, la grande fuga da Milano

By Pasquale Aveta (per ith24)

Il Premier Conte non ne azzecca una. Un guaio dietro l’altro sull’emergenza coronavirus che ha colpito l’intero Paese. Infatti, la fuga di notizie di chiudere la Lombardia, ha gettato il panico tra la popolazione, soprattutto ai lavoratori del sud che hanno preso d’assalto la stazione centrale di Milano.

Una fuga di massa verso il sud che ha costretto, ancora una volta, il Premier Conte ad indire una conferenza stampa per cercare di arginare gli animi.

Troppo tardi. La modifica non prevede più zone rosse ma due aree fortemente colpite: la regione Lombardia e alcune province: Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano Cusio Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia. “A questo territorio applichiamo un regime e misure restrittive più rigorose: vincolo di evitare ogni spostamento in entrata e in uscita anche all’interno del territorio. Ci si muoverà solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, spostamenti per motivi di salute. E’ consentito il rientro verso il proprio domicilio per necessità”. Così Conte, dopo aver gettato la popolazione nel totale panico.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Una risposta a “Sciagura Conte Dopo la fuga di notizie sulla chiusura della Lombardia, la grande fuga da Milano”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.