Rapina a bottigliate in testa a Firenze: arrestato immigrato

Il Gip del Tribunale di Firenze ha convalidato il fermo di un cittadino marocchino di 18 anni rintracciato nei giorni scorsi dalla Polizia di Stato. È indiziato di una violenta rapina in centro e a seguito della quale la vittima ha rischiato quasi di perdere un orecchio.

L’episodio risalirebbe alla notte dello scorso 7 ottobre. Un cittadino filippino di 33 anni stava passeggiando introno alle 3 in Piazza San Lorenzo con il cellulare in mano. Improvvisamente un giovane gli avrebbe strappato di mano il telefonino, scappando verso via della Stufa. Il malcapitato non si è dato per vinto. Ha inseguito il ladro che però – una volta raggiunto – gli avrebbe sferrato un colpo alla testa con una bottiglia di vetro. La persona ferita è finita subito in ospedale dove è stato necessario suturare l’orecchio con diversi punti.

Dopo la denuncia la Squadra Mobile di Firenze si è messa subito a lavoro per identificare l’autore dell’aggressione. Una serie di controlli e verifiche incrociate hanno rapidamente portato i “Falchi” a sospettare il giovane poi finito in manette. Secondo quanto emerso, proprio la stessa persona sarebbe stata protagonista lo scorso agosto di un episodio alquanto simile. Episodio avvenuto in questo caso a seguito di un taccheggio in un supermercato in via di Novoli.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.