Rampelli (FDI) epocale: “Vittoria del centrosinistra? Date un pallottoliere a Letta, non sa fare i conti”

“Se c’è una lezione da dare, intanto penso che vada data al centrosinistra ed è una lezione di matematica – dice Fabio Rampelli vicepresidente della Camera e parlamentare di Fratelli d’Italia ai microfoni del Tg1commentando i risultati dei ballottaggi. – Letta ha bisogno di un pallottoliere oltre che di migliori suggeritori. Il centrodestra vinto in 3 Comuni capoluogo di regione su 4 che sono andati al voto. Su 26 Comuni capoluogo di provincia il centrodestra ne ha vinti 15”.

Non solo: “Nei Comuni al di sopra dei 15mila abitanti il centrodestra– aggiunge Rampelli spegnendo l’entusiasmo fuori luogo di Letta – ne ha vinti 58 sindaci ( ne aveva 54), il centrosinistra ne aveva 48 e ha vinto in 38. Anche l’informazione va fatta in maniera corretta altrimenti i cittadini assumono notizie prive di fondamento”.

Poi c’è il capitolo Verona: “Bisogna anche dire che Damiano Tommasi certamente non è un sindaco ascrivibile alla sinistra. Se noi avessimo candidato Totti a Roma – fa l’esempio Rampelli – avremmo vinto, ma non avremmo potuto facilmente dare merito al centrodestraTommasi è un candidato squisitamente civico, molto trasversale come del resto suggerisce la legge elettorale per i sindaci. Una grande conquista per i cittadini che hanno potuto e tuttora possono anteporre la scelta della persona rispetto alla scelta dei partiti. I cittadini ci dicono che non sempre il centrodestra ha scelto i candidati migliori, quindi dobbiamo e possiamo migliorare le nostre prestazioni”, dice il parlamentare di FdI con lo sguardo già proiettato al futuro

.“Tuttavia è stata chiara in questo voto la trazione di FdI sull’intera coalizione. L’astensionismo è un dato terribile, c’è una disaffezione verso la politica – avverte Rampelli. – E’ andato a votare il 42 per cento dei cittadini, è un numero preoccupante causato dalla disaffezione dei cittadini verso la politica. Del resto se anche a livello nazionale abbiamo l’ennesimo governo tecnico che non fuoriesce da un voto popolare, il disagio è chiaro”, conclude la sua analisi l’esponente di FdI.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.