Crea sito

Questa è l’italia della sinistra e dell’Europa Quaranta tunisini sbarcano sulla spiaggia del commissario Montalbano. I bagnanti scappano [Video]

Ancora sbarchi a raffica in Sicilia. Ormai al collasso. Questa volta l’approdo dei clandestini è avvenuto sulla celebre spiaggia del commissario Montalbano mentre i turisti facevano tranquillamente il bagno a mare. Creando il panico e il fuggi fuggi dei bagnanti.

E’ accaduto questa mattina quando una piccola imbarcazione, con a bordo una quarantina di immigrati tunisini, ha raggiunto la spiaggia. A 800 metri da Punta Secca, la Vigata di Montalbano nella fiction. Gli extracomunitari sono scesi correndo per raggiungere la battigia facendo perdere le tracce. Mentre l’imbarcazione ha ripreso il largo.

A quel punto è iniziato il fuggi fuggi dalla spiaggia dei bagnanti. Qualcuno ha anche immortalato i momenti concitati dello sbarco.

Che è avvenuto nella frazione di Casuzze, nei pressi degli scavi archeologici di Caucana. Come poi ha fatto sapere il sindaco di Ragusa, Giuseppe Cassì, i clandestini sono stati tutti fermati e identificati dalle forze dell’ordine.

La situazione è ormai fuori controllo. E il primo cittadino del capoluogo siciliano si dice molto preoccupato.

Non è ammissibile l’assenza di un controllo capillare delle nostre acque“, protesta il sindaco. “Specie in un momento in cui sono stati riscontrati diversi casi di positivita’ al covid19 tra persone arrivate sul nostro territorio irregolarmente e quindi al di fuori dai protocolli sanitari”.

Il video è stato anche postato su Facebook da Matteo Salvini. Con la scritta: “Stamane ore 9, spiaggia di Marina di Ragusa. Senza parole. Governo di complici, governo clandestino”.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.