“Pignoriamo i conti di Salis”. La Regione approva la mozione per i debiti con Aler

By Francesca Galici

Nel giorno della prima missione al parlamento europeo per Ilaria Salis, il consiglio della Regione Lombardia ha approvato la mozione sul “recupero coattivo delle morosità per occupazione di alloggi di edilizia popolare”. La cosiddetta “mozione Salis” ha ottenuto 45 voti a favore, 19 contrari e 1 astenuto. Presentata a prima firma del consigliere di Fratelli d’Italia Marcello Ventura, avanza la richiesta alla Giunta di “sollecitare Aler a mettere in atto le procedure legali previste per il recupero del credito vantato”.

Queste, si sottolinea nella mozione, devono includere anche “‘l’inoltro di apposita istanza al Giudice competente per ottenere il pignoramento dei conti correnti dell’onorevole Salis fino alla concorrenza del credito vantato”. È di alcune settimane fa la notizia che l’Aler vanterebbe un credito di circa 90mila euro nei confronti di Ilaria Salis, trovata alcuni anni fa in un appartamento occupato abusivamente. Ora che è stata eletta al parlamento europeo, e che in quanto eurodeputata avrà a sua disposizione un lauto compenso che supera i 10mila euro mensili, dalla Regione vengono avanzate le istanze per rientrare di quei soldi.

“Ho voluto rimarcare l’importanza del rispetto della proprietà privata e della tutela del patrimonio pubblico: è inaccettabile che un rappresentante delle massime istituzioni comunitarie promuova comportamenti violenti e criminosi”, ha aggiunto in Aula il primo firmatario Ventura. A seguito della mozione, l’assessore Paolo Franco, con delega alla Casa, ha rassicurato l’Aula sul fatto che Aler fa sempre tutto quanto è previsto dalla legge per garantire il rispetto delle regole e il recupero dei propri crediti. E non farà eccezioni per il caso di Ilaria Salis. Facendo un excursus storico, l’assessore ha spiegato che la situazione delle occupazioni dal 2019 al 2024 è leggermente migliorata, passando da 3.145 a 2.751 alloggi di Aler Milano occupati abusivamente e sono stati querelati oltre 1000 abusivi.

“Se l’onorevole Salis ha un debito nei confronti di Aler deve pagarlo come lo devono pagare tutti i cittadini. Non capisco neanche questa grande attenzione mediatica della notizia. In Italia vige una regola che chi ha un debito lo deve pagare”, ha commentato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. E in merito alle rivendicazione di appartenenza ai movimenti per la casa, che gestiscono ed effettuano le occupazioni, il governatore ha sottolineato che “l’occupazione non è una cosa compatibile con il nostro ordinamento.

Se l’onorevole Salis sarà così forte da ottenere un cambiamento delle leggi delle regole italiane la sua lotta sarà legittima. Fintanto che così non è si pone al di fuori dell’ordinamento e quindi al di fuori della legalità”.

Pubblicato da edizioni24

Pubblicato da ith24.it - Per Info e segnalazioni: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.