Piazza Pulita prende fischi per fiaschi, pubblica la foto del bunker di Azovstal, ma è quella di un videogioco

Diffidare dei talk show. In effetti, sembrano ormai finalizzati più a fare spettacolo che ad approfondire gli argomenti. E quando siamo di fronte a scenari tragici come la guerra in Ucraina, i difetti diventano vistosi e contribuiscono a demolire la credibilità dei canali di informazione ufficiali.L’accusa che sta circolando sui social in queste ore proviene dal sito di debunking Facta e riguarda la foto dei sotterranei dell’acciaieria Azovstal di Mariupol apparsa in alcuni talk show: quello di Corrado Formigli, Piazza pulita, che ha riconosciuto l’errore e si è scusato, e ancora nel talk Controcorrente su rete4 e persino a Porta a Porta.Ma si tratta di una foto falsa, ripresa da  un tweet del 18 aprile scorso contenente l’immagine di un bunker sotterraneo dotato di un laboratorio di ricerca, un orto e un dormitorio. L’immagine è stata presentata come lo «schema dei rifugi sotterranei di Azovstal», che secondo l’autore del tweet sarebbero stati costruiti «per resistere a un attacco nucleare». Nei sotterranei sono asserragliati circa mille combattenti ucraini e centinaia di civili. Nelle ultime ore Putin ha fermato l’ultimo assalto all’acciaieria e Mosca ha detto che una tregua sarebbe possibile solo se i resistenti di Azovstal si decidessero a innalzare bandiera bianca.

“L’immagine – scrive Facta – è stata realizzata nel 2015 per illustrare il «mondo sotterraneo» di un gioco da tavolo chiamato Blackout, poi mai realizzato a causa del fallimento della campagna di crowdfunding (l’autore Richard T. Broadwater era riuscito a raccogliere appena 14 mila dei 50 mila euro necessari per la produzione)”.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.