Crea sito

Orrore a Siena, violenza sessuale a una ragazza 20enne: tre arresti, anche un calciatore

Stupro di gruppo su una ventenne a Siena. Con questa gravissima accusa tre ragazzi, tutti maggiorenni, tra cui un calciatore, sono stati arrestati dalla squadra mobile della Questura di Siena. I tre presunti violentatori si trovano ai domiciliari dopo la denuncia di violenza sessuale di gruppo presentata da una ragazza di 20 anni.  Un fardello pesante da portare sulle spalle per una giovanissima.

E’ successo a Siena, alcuni giorni fa. Niente è trapelato sui contorni della storia. Cosa sia accaduto resta ad ora nel silenzio delle carte. La Procura indaga nel massimo riserbo, sarebbero coinvolti nomi noti della città. Le indagini sono scattate dopo la denuncia della ragazza. Che aveva raccontando che la violenza sessuale era avvenuta durante una festa privata in un’abitazione a Siena.

Per lei è stato attivato il protocollo Codice Rosso’per la protezione della vittima. La task force per aiutare le donne vittime di maltrattamenti e di soprusi. Che prende in carico rapidamente le presunte violenze e cerca di cristallizzare i fatti. Perché, come è emerso nei tanti stupri di gruppo denunciati in ogni angolo d’Italia su giovanissime e anche minorenni, è fondamentale raccogliere subito gli elementi. Sequestrare cellulari e mettere nero su bianco i racconti di chi può avere visto o ricevuto confidenze.

Le indagini hanno portato ad individuare quattro presunti responsabili, di cui un minorenne. Il 17enne è indagato a piede libero. Sono state perquisite le abitazioni dei quattro indagati. Tra gli arrestati, secondo quanto sarebbe emerso, ci sarebbe un calciatore del settore giovanile di una squadra di serie A.

Pubblicato da edizioni24

Gaetano Daniele già Editore de Il Fatto e Il Notiziario (Settimanali per la distribuzione gratuita) Amministratore Il Notiziario e ith24.it Per contattare ith24 scrivere a: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.