Nuoto, l’Italia che ci piace ci fa sognare: tre ori e un bronzo. E Ceccon segna il nuovo record mondiale nei 100 dorso

Giornata memorabile per il nuoto italiano ai mondiali di Budapest: Thomas Ceccon ha vinto la medaglia d’oro nei 100 dorso, realizzando il nuovo primato mondiale. Il 21enne azzurro ha toccato in 51″60, precedendo gli statunitensi Ryan Murphy (51″97) e Hunter Armstrong (51″98). Oltre all’oro con record di Ceccon, però, l’Italia festeggia anche l’oro dei romani Giorgio Minisini, 26 anni, e Lucrezia Ruggiero, 22 anni, nel misto tecnico del nuoto sincronizzato e il bronzo delle azzurre nel libero combinatosempre del nuoto sincronizzato. Infine, ma solo per l’ordine cronologico in cui è arrivato, l’oro di Benedetta Pilato nei 100 rana.

«Oggi sapevo di non avere rivali, ma devo ancora rendermi conto di quello che ho fatto, 51″60 è tanta roba. Mancavano i due russi, con loro sarebbe stata una sfida ancora più bella. L’obiettivo però non è questo, è molto più in alto», ha detto Ceccon, ai microfoni di Rai Sport, dopo il record mondiale che gli è valso l’oro. «Ceccon spazialeeeee!», si legge sul profilo Twitter del Coni.

In serata, poi, è arrivato anche l’oro della 17enne Benedetta Pilato nei 100 rana. La 17enne pugliese trionfa con il tempo di 1’05″93 bruciando sul traguardo la tedesca Anna Elendt (1’05″98) e la lituana Ruta Meilutyte (1’06″02).

Grande anche la felicità di Minisini e Ruggiero, che con la loro performance sulle note del Requiem di Verdi hanno superato Giappone e Corea del sud. «Siamo contenti, abbiamo disputato una buona gara, il punteggio è in linea con la prestazione. Eravamo in pieno controllo e ho avvertito la sensazione che nessuno avrebbe potuto fermarci. Oggi festeggiamo questo bellissimo titolo mondiale e da domani si pensa al prossimo obiettivo perché voglio sempre di più», hanno detto.

Ma la soddisfazione nel sincronizzato è stata doppia, grazie anche al bronzo della squadra femminile composta da Domiziana Cavanna, Linda Cerruti, Costanza Di Camillo, Costanza Ferro, Gemma Galli,Marta Iacoacci, Marta Murru,Enrica Piccoli, Federica Sala e Francesca Zunino, che hanno conquistato la decima medaglia della storia del nuoto sincronizzato ai campionati del mondo e la prima nella specialità dei libero combinato.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.